EXPORT, SOLO PASTA E VINO COL SEGNO POSITIVO IN ABRUZZO


PESCARA – Il 2020, segnato dalla pandemia, si chiude con un -6,5% per l’export dei distretti industriali abruzzesi, un dato comunque migliore rispetto ala media italiana (-12,7%). L’andamento è in linea con quanto registrato per l’export regionale abruzzese (-6,2%), fortemente legato all’evoluzione sui mercati esteri del settore automotive, che rappresenta oltre il 50% in termini di valori esportati ed è tra i più colpiti dalla crisi.

È quanto emerge dall’analisi della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo secondo cui i cinque distretti monitorati hanno avuto nel corso dell’anno un andamento delle esportazioni molto eterogeneo, condizionato dal differente impatto che la crisi ha avuto sui diversi settori.

Il distretto della pasta di Fara San Martino, unico in regione, chiude il 2020 con bilancio positivo realizzando un +13,3%. Le restrizioni hanno modificato le abitudini di consumo e le vendite all’estero delle aziende abruzzesi hanno quasi raggiunto la cifra record di 165 milioni di euro, in crescita di 19 milioni rispetto al 2019. Tra i mercati più performanti spiccano Stati Uniti (+33%), Germania (+47%) e Regno Unito (+37%).

I vini del Montepulciano d’Abruzzo chiudono l’anno con un calo dell’1,2%, e si tratta soltanto di una parziale battuta d’arresto in un percorso di crescita di lungo periodo. La buona penetrazione della Dop abruzzese nella grande distribuzione ha permesso di compensare in parte le chiusure prolungate del canale Ho.re.ca (alberghi e ristoranti). Performance molto positive verso Stati Uniti (+8%) e Svizzera (+22%). In calo la Germania (-4%).

Per il distretto del mobilio abruzzese il bilancio complessivo dell’anno è in contrazione del 4,9%. I due distretti dell’abbigliamento chiudono il 2020 in forte contrazione sui mercati esteri, proseguendo un trend già in atto negli ultimi anni: abbigliamento nord abruzzese -35%, abbigliamento sud abruzzese -46%.

“Dall’inizio della pandemia abbiamo supportato le aziende abruzzesi con erogazioni a medio-lungo termine oltre 600 milioni di euro e concesso 7mila moratorie – afferma il direttore regionale di Intesa Sanpaolo, Pierluigi Monceri – . Anche quest’anno garantiremo il nostro impegno con soluzioni concrete”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021