ITALIAN SPARKLING OSCAR, IL CARMINE FESTA DI EREDI LEGONZIANO UNICO PREMIATO DEL CENTROSUD

MONTEMAGNO – Il Carmine Festa, spumante metodo classico che affina in bottiglia per oltre 70 mesi sui lieviti, Doc millesimato della Cantina Eredi Legonziano di Lanciano (Chieti), è l’unico del centro-sud premiato con l’Oscar per la migliore bollicina dall’Italian Sparkling Oscar, organizzato dalla rivista Food and Travel Italia.

L’azienda abruzzese – informa una nota – è la prima cantina che ha avviato la produzione della categoria spumanti Doc in regione, sia con metodo champenoise che charmat, ottenuti esclusivamente da uve autoctone del territorio.

Uno spumante che racconta la storia di un territorio, l’Abruzzo e la storia di uomini che dedicano la loro passione al lavoro come Valentino Di Campli che ha voluto fortemente la produzione dello spumante portando l’Abruzzo ad essere l’unica realtà del centro-sud che è riuscita a ritagliarsi uno spazio a livello nazionale con una tipologia di vino come lo spumante seppur con produzioni limitate.

La serata di gala dell’Italian Sparkling Oscar a Montemagno (Asti), che ha premiato le migliori bollicine italiane che si sono contraddistinte per la loro qualità, è stata presentata dall’editore dell’edizione italiana del magazine internazionale, Pamela Raeli affiancata da Marco Sutter.

La serata di gala a Montemagno (Asti) è stata presentata dall’editore dell’edizione italiana del magazine internazionale, Pamela Raeli affiancata da Marco Sutter.

Tante sono state le sorprese e i volti dell’alta ristorazione, che rappresentano l’Italia a livello internazionale che si sono prestati per le premiazioni delle case produttrici di bollicine.

Primo fra tutti Riccardo Cotarella, icona nel mondo del vino, presidente degli Enologi, che ha rapito l’attenzione del pubblico in sala. Oltre a Riccardo Bassetti, Franco Pepe, Alessandro Pipero, Christian Maspero, e non potevano mancare i sommelier, categoria ben rappresentata oltre che da Sofia Carta anche da Monica Angeli e Alessandro Tupputi.

Tra i giornalisti presenti Nadia Afragola. Emozionante l’intervento video di Bruno Vespa tra i premiati con il suo Vespavignaioli Metodo Classico Brut.

Durante la serata Food and Travel Italia e Reggiani Boutique – si legge nella nota – hanno raccontato il loro rivoluzionario progetto che collega il mondo della sartoria autentica italiana, a quello dell’hotellerie ricercata e di alto livello.

Articoli correlati