L’AGRARIO “SERPIERI” RIPRENDE VENDITA PIANTE, VINI E ORTAGGI


AVEZZANO – L’istituto agrario “Serpieri” di Avezzano (L’Aquila) non si ferma nonostante l’emergenza da Covid-19: è stata riavviata la vendita di piante da fiore, di vini e di prodotti orticoli.

La scuola, che ha un’azienda agraria annessa di 80 ettari, non ha interrotto le produzioni, anche se l’assenza degli studenti, che la utilizzano come laboratorio per gli apprendimenti, si è fatta sentire.

“Portare avanti le attività agroalimentari è stato doveroso – afferma la dirigente scolastica Cristina Di Sabatino – poiché non sarebbe stato giusto abbandonare le produzioni avviate, anche per non interrompere processi iniziati dagli studenti quando erano a scuola”.

Ad Avezzano sono proseguite le attività in serra con la produzione di piante da fiore, a Pratola Peligna è andata avanti la cura del vigneto di Montepulciano biologico certificato, con cui si producono vini anche barricati, oltre alla coltivazione di prodotti orticoli.

A Castel di Sangro i campi a seminativo sono stati curati durante tutto l’inverno per ottenere farro e grano da trasformare in pasta.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021