LE ECCELLENZE DEGLI ARTIGIANI ABRUZZESI IN CITTÀ CON MERCATO CONTADINO, LA SPESA IN CAMPAGNA


PESCARA – Le eccellenze artigianali d’Abruzzo insieme, tutte racchiuse in un unico spazio nell’ottica della condivisione e della partecipazione. Piccolo paradiso del gusto e delle specialità locali abruzzesi, ma non solo, è la bottega Mercato Contadino-La spesa in campagna.

Nel pieno centro di Pescara, in via Firenze, da maggio 2018, la sezione territoriale della Spesa in Campagna, l’associazione nata su iniziativa della Cia-Agricoltori italiani per valorizzare i territori, la filiera corta e la qualità dei prodotti agricoli, ha creato questa bottega “per dare la possibilità alle piccole aziende agricole, specie quelle più distanti, sia di avere visibilità, ma anche di vendere i propri prodotti”, racconta a Virtù Quotidiane Pierluigi Pace, tesoriere dell’associazione, presieduta da Nicola Quattrocelli.

Basta entrare in questa bottega, che ha punti vendita anche a L’Aquila e Sulmona, per fare un vero viaggio in Abruzzo, immergendosi nei prodotti tipici e artigianali.

“Il progetto della Spesa in Campagna nasce con uno slogan preciso – sottolinea Beatrice Tortora, vicepresidente nazionale dell’associazione -. Filiera Corta, amicizia lunga. Questo sta ad indicare che ci poniamo come ponte tra chi produce e chi acquista. Non sono importanti i km tra gli artigiani e i consumatori, ma quanti passaggi ci sono in questi chilometri. Quello che abbiamo voluto creare è un filo diretto, attraverso la bottega che è uno strumento che gli stessi produttori hanno creato, condividono e che contribuiscono a mantenere”.

Frutta e verdura, rigorosamente di stagione, salumi e formaggi, pasta e farine dai grani antichi non trattati, uova, pane fatto con lievito madre e farine di coltivazione, ma anche prodotti per il corpo, assolutamente naturali e biologici. Sono tantissime le eccellenze che trovano spazio in bottega.

“La selezione avviene a monte, sulle aziende, che devono seguire il nostro disciplinare. Vendiamo solo prodotti puliti, genuini, di grande qualità e realizzati nel pieno rispetto per la natura – aggiunge Lucia Cianci che si occupa della vendita – . Abbiamo confezionato trasformato dalle aziende locali, con il prodotto primario in coltivazione o in allevamento. Siamo un tramite tra le circa quaranta aziende presenti e il cliente. Acquistare qui è come se avvenisse direttamente in azienda. Sono gli stessi produttori a fissare il prezzo e scegliere cosa proporre. Non si tratta di chicche o prodotti di nicchia – precisa -. Noi proponiamo la normalità, materie prime di altissima qualità con un ottimo rapporto con il prezzo”.

In quasi due anni la bottega è diventata ormai un punto fermo per i pescaresi, che qui si scambiano idee e consigli.

“Abbiamo aperto la bottega andando a condividere il negozio con Il Mandorlo-Altromercato, commercio equosolidale, già presente in questa sede – aggiunge Cianci – . Questo ci ha permesso di entrare in contatto con una clientela che era già particolarmente attenta alla qualità. Il progetto è in continua evoluzione. Stiamo cercando dei locali più ampi, sia per avere più spazio da dedicare agli artigiani, ma anche per creare un angolo per fermarsi e vivere la bottega”.

Già oggi Mercato Contadino ospita eventi espositivi dedicati ai produttori, ma anche presentazioni di libri, iniziative culturali e laboratori per bambini.

La spesa in campagna arriva anche a domicilio, ovviamente con mobilità sostenibile, attraverso il servizio di Green Bike Messenger.

“In futuro – aggiunge Tortora – vogliamo sviluppare una piattaforma per il commercio online, dove il piccolo artigiano può proporre i propri prodotti e far conoscere l’Abruzzo, attraverso il cibo, anche in paesi lontani”.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.