NATALE, A PESCARA E TERAMO LABORATORI DI DOLCI TRADIZIONALI NEI MERCATI CONTADINI


TERAMO – È iniziato l’ultimo week end prima delle feste natalizie questa mattina nei mercati di Campagna Amica di Pescara (in via Paolucci, di fronte al ponte del mare) e di Teramo (Via Roma, angolo di Via Po) che sono stati animati da piccoli laboratori di “pasticceria tradizionale abruzzese” per invitare a portare sulla tavola di Natale rigorosamente produzioni made in Italy.

Così nei due mercati a marchio, gli agrichef e le imprenditrici di Coldiretti Donne Impresa hanno realizzato i dolci della tradizione contadina illustrando le varie fasi ai visitatori incuriositi e preparando tra un impasto e l’altro cesti di prodotti tipici freschi con olio extravergine, vino, formaggi e salumi, miele e confetture ma anche farina per le preparazioni casalinghe, uova fresche e prodotti di nicchia particolarmente graditi da chi vuole fare un regalo insolito ma comunque prelibato.

Domani sarà la volta del mercato di Campagna Amica di Chieti in cui, sempre a partire dalle 10.00 e fino alle 13,00, in via Arniense si alterneranno canti natalizi a cura della scuola di musica di Porta Sant’Anna (istituto comprensivo 1) con gli studenti del maestro Vincenzo Tano e la visita del Babbo Natale contadino che arriverà con una slitta singolare: un’ape a tre ruote carica di doni per i bambini.

La migliore garanzia sull’originalità dei prodotti alimentari in vendita nei mercati è quella della presenza personale del produttore agricolo che – precisa la Coldiretti in una nota – può offrire informazioni dirette sul luogo di produzione e sui metodi utilizzati. Un fenomeno che è sostenuto in Italia dalla rete dei mercati degli agricoltori di Campagna Amica dove è possibile acquistare senza intermediazione direttamente dai produttori cibi locali a chilometri zero che non devono essere trasportati da migliaia di chilometri di distanza e garantiscono maggiore freschezza.

Una garanzia di genuinità, convenienza e in molti casi – conclude la Coldiretti Abruzzo – anche l’opportunità di prepararsi o farsi preparare i tipici cesti natalizi con prodotti inimitabili caratteristici del territorio a chilometri zero. Acquistare prodotti a chilometro zero è un segnale di attenzione al proprio territorio ma anche una responsabilità sociale sempre più diffusa in quanto i mercati contadini in Italia sono diventati non solo luogo di consumo, ma anche momenti di educazione, socializzazione, cultura e solidarietà.

Coldiretti Abruzzo ricorda inoltre che che la spesa di Natale degli italiani è stimata quest’anno complessivamente pari a 549 euro a famiglia su valori superiori al 19% di quanto si spende in Europa: di queste una buona parte verrà destinata al cibo delle feste di fine anno a conferma della convivialità che nel Natale trova la sua massima espressione.

Non a caso, un trend che si sta affermando è la preferenza accordata ai prodotti made in Italy anche per sostenere l’economia locale. Accanto ai tradizionali luoghi di acquisto dei cibi delle feste, un crescente successo viene così rilevato per i mercati degli agricoltori di Campagna Amica che per le festività si trasformano in veri e propri luoghi di convivialità e di socialità in cui i consumatori non solo acquistano ma in cui ritrovano i sapori e saperi di una volta.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.