SULLE CARROZZE DEGLI ANNI TRENTA ALLA SCOPERTA DEI PRESÌDI SLOW FOOD D’ABRUZZO


SULMONA – L’associazione Le Rotaie, in collaborazione con la Fondazione FS Italiane, promuove da anni la cultura e il turismo ferroviari in Abruzzo e Molise come nuova forma di valorizzazione del territorio. Attraverso il suggestivo viaggio a bordo di carrozze d’epoca risalenti agli anni ’30 del Novecento, le località e le stazioni di sosta della linea Sulmona-Isernia, soprannominata affettuosamente “Transiberiana d’Italia”, mettono in mostra il loro lato più autentico: natura, arte, storia, tradizioni, enogastronomia, sport.

La Transiberiana d’Italia, così chiamata per la particolare suggestione che evocano gli Altipiani Maggiori d’Abruzzo solcati dai binari durante il periodo invernale, tra ghiacci e neve, è innanzitutto un vero capolavoro di ingegneria civile di fine ‘800, ripristinato e reso nuovamente efficiente nel 2014, inserito nel progetto nazionale “Binari Senza Tempo” dopo tre anni di chiusura forzata dell’intera ferrovia.

Oggi è un vero museo dinamico in movimento tra aree protette e borghi affascinanti che viene visitato ogni anno da oltre 20000 viaggiatori provenienti da tutta Italia e dall’estero e che ne fanno, grazie a partenze previste ogni settimana, la ferrovia turistica con il più alto numero di presenze nel Paese.

Slow Food è un’associazione internazionale non profit impegnata a ridare valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali. Tra i progetti principali dell’Associazione si annoverano I Presìdi Slow Food che sostengono le piccole produzioni tradizionali che rischiano di scomparire, valorizzano territori, recuperano antichi mestieri e tecniche di lavorazione, salvano dall’estinzione razze autoctone e varietà di ortaggi e frutta.

In Abruzzo Slow Food ha attivato ben 17 Presìdi. L’Associazione Le Rotaie e Slow Food Abruzzo-Molise intendono promuovere un viaggio alla scoperta di luoghi di incomparabile bellezza e cibi Buoni, Puliti e Giusti.

Dalla sinergia tra Le Rotaie e Slow Food nasce “Il Treno dei Presìdi”, in programma domenica 26 maggio. Per partecipare è necessario effettuare preventivamente la prenotazione online con una qualsiasi carta prepagato o carta di credito sul sito www.railbook.it. I costi sono di 36 euro per gli adulti, 22 per i bambini tra i 4 e i 12 anni,  a cui aggiungere due euro a persona per la commissione.

Al prezzo del biglietto, va aggiunto quello del ticket per le degustazioni: 14 euro a persona comprensivo di degustazioni in tutte le fermate di giornata e di un piatto a scelta tra quelli proposti dai ristoratori di Campo di Giove. Le prenotazioni in questo caso si effettuano inviando una mail a info@slowfoodabruzzo.it oppure telefonando ai numeri 338-2680783 e 338-4167000.

Le prenotazioni sono aperte dal giorno lunedì 8 aprile e potranno essere effettuate entro e non oltre lunedì 20 maggio. Pagamento e ritiro ticket direttamente sul posto la mattina della partenza, salvo diverso accordo con i responsabili di Slow Food Abruzzo-Molise.

IL PROGRAMMA

dalle 08:15 ritrovo presso Stazione F.S. Sulmona per ritiro dei ticket degustazione presso il punto informativo al binario 1 a cura di Slow Food Abruzzo-Molise.

09:00 partenza del treno storico da Sulmona, itinerario panoramico risalendo la Valle Peligna e il Colle Mitra, entrando nel territorio del Parco Nazionale della Majella.

10:20 Prima sosta intermedia, della durata di 60 minuti, presso la stazione di Palena, in quota a 1258 mt. sul pianoro del Quarto di Santa Chiara. Sul posto degustazioni di prodotti tipici a cura di Slow Food Abruzzo-Molise. In caso di meteo avverso la sosta avverrà all’interno dei locali della stazione ferroviaria.

11:20 Partenza del treno storico, si attraversano gli Altipiani Maggiori d’Abruzzo toccando il tetto altimetrico della linea ferroviaria – 1268 mt – presso il passaggio della stazione di Rivisondoli-Pescocostanzo.

11:40 Arrivo a Roccaraso per la seconda sosta intermedia della giornata della durata di 60 minuti. All’ingresso della stazione sono allestiti nuovi stand per la degustazione di prodotti dei Presidi e delle aziende selezionate del territorio.
In caso di meteo avverso, la sosta avverrà presso il magazzino merci della stazione ferroviaria.

12:40 Partenza del treno storico dalla stazione di Roccaraso, si attraversa nuovamente la parte di quota della linea per raggiungere Campo di Giove.

13:10 Arrivo e sosta prolungata della durata di tre ore circa a Campo di Giove, borgo ai piedi della Majella. Dalla stazione si raggiunge il centro in 5 minuti a piedi, con la splendida Piazza Duval e Palazzo Nanni e i vicoli del borgo antico che salgono fino al belvedere del paese, con un affaccio sui massicci del Morrone e della Majella. Sul posto degustazioni di prodotti tipici, “Mercatino dei Presìdi” e possibilità di pranzo con i Locali dell’Alleanza, per chi preferisce pranzare in un ristorante con menù dedicato previsto per l’occasione. In caso di meteo avverso, la sosta sarà presso i locali di Palazzo Nanni in paese.

16:30 Partenza del treno storico, si scende di quota per l’ultima sosta di giornata.
16:50 Arrivo alla stazione di Pettorano sul Gizio, con sosta di 60 minuti per l’ultima sosta in stazione dove Slow Food Abruzzo proporrà degustazioni di Prodotti Comunità e altri tipicità per concludere la giornata. In caso di meteo avverso le degustazioni saranno previste a bordo treno.

17:50 Partenza del treno storico.

18:15 Rientro finale a Sulmona.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021