TRA LE MERAVIGLIE DI BOMINACO CON PRANZO ALLO ZAFFERANO


CAPORCIANO – Sulla via di monaci, pastori, boscaioli e pellegrini, per vivere il fascino e l’antica suggestione del castello medievale di Bominaco, collocato all’estremità dell’Altopiano di Navelli (L’Aquila).

Si visiteranno due capolavori del romanico abruzzese, la Chiesa di Santa Maria Assunta e la cappella dell’Oratorio di San Pellegrino, stupendamente affrescata, e si pranzerà coi piatti della tradizione con un ingrediente comune, lo zafferano, nelle giornate in programma il 25 agosto e il 2 settembre organizzate da Majellando.

Partendo dal borgo di Tussio si percorrerà un bellissimo sentiero che attraversa un bosco dominato dai pini e lungo il quale sono ancora visibili resti di muri a secco. Dopo la visita ai ruderi del Castello, si raggiungerà il complesso monastico di Santa Maria Assunta e l’Oratorio di San Pellegrino. L’anello si chiuderà a Tussio, dove si riprenderanno le auto per dirigersi in agriturismo per il pranzo.

Il costo è di 15 euro per l’escursione e 20 per il pranzo (10+10 per gli under 12). Per informazioni e prenotazioni marcello@majellando.it o 349-6648985.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.