CRONACHE DALLA SHOAH CON MORGESE E BOSSO ARRIVA SU RAI 5 IL GIORNO DELLA MEMORIA

Cronache dalla Shoah
Manuele Morgese in Cronache dalla Shoah

L’AQUILA – Sarà trasmesso su Rai 5, giovedì 27 gennaio in prima serata, “Cronache dalla Shoah – Filastrocche della nera luce”, un percorso di riflessione sulla Giornata della memoria. Una produzione del TeatroZeta per la regia di Livio Galassi e testi di Giuseppe Manfridi, per un palco condiviso da Manuele Morgese e i musicisti Fabrizio Bosso (tromba) e Julian Oliver Mazzariello (pianoforte).

Un’esecuzione polifonica, un “canto recitato” a più voci e a più personaggi, che vede Morgese calarsi nei panni di più personaggi testimoni e narratori dei terribili e drammatici episodi legati alla Shoah. La voce dell’attore, attraverso le “filastrocche di nera luce”, si fonde alle evocazioni musicali.

“Una prosa ritmata”, spiega Morgese, “lo spettatore vede infatti nel buio della scena aprirsi dei fasci di luce riempiti da testimonianze toccanti e forti in merito ai fatti che conosciamo e che qualcuno oggi continua ancora a negare: lo sterminio di 6 milioni di ebrei durante seconda guerra mondiale. Il testo l’avevo commissionato a Manfridi, con cui avevo già lavorato per esempio ne Il caso Dorian Gray, ammirandone il linguaggio denso e deciso, che poi ha pubblicato il libro con un centinaio di filastrocche”.

Lo spettacolo in forma di “breve lettura” ha debuttato ad Auschwitz, ha collezionato diverse repliche nella Penisola ed è stato ospitato nella sede dell’Istituto italiano di Cultura a Parigi. Lo scorso anno, con i teatri chiusi, è stato registrato e trasmesso in streaming da San Vito al Tagliamento (Pordenone).

“Dall’esperienza friulana”, spiega Morgese, “abbiamo avuto i contatti con la redazione di Rai 5, ma abbiamo deciso di registrare tutto nuovamente al TeatroZeta, avvalendoci della collaborazione di Stefano Del Vecchio, come tecnico di registrazione audio”. Si tratta di un’esperienza piuttosto delicata. “La regia televisiva”, riprende Morgese, “prevede dei lunghi primi piani. Questo per me rappresenta una sfida importante come attore.

Non solo, la scelta di programmare il nostro spettacolo alle 21.15 non era affatto scontata. Inizialmente si era pensato di una seconda serata. La scelta della prima serata è stata presa dal caporedattore solo dopo che hanno visionato la nostra registrazione. Di solito,  in prima serata viene trasmesso il concerto della memoria scelto insieme alle comunità ebraiche”.

Cronache dalla Shoah è anche in programma come appuntamento stagionale sabato 22 al Teatro Zeta, in via Rodolfo Volpe a Monticchio. In questi giorni, Morgese è a Sassari per lo spettacolo I Giganti della montagna, omaggio all’ultima incompiuta opera di Pirandello. Una sorta di testamento estetico del teatro pirandelliano.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022