FORULI MUSIC FESTIVAL, TORNANO LE JAM SESSION ALL’IRISH DELL’AQUILA


L’AQUILA – Torna domani la Foruli music session, un concerto collettivo ed estemporaneo a cadenza bisettimanale (in pratica ogni due martedì).

Funziona così: band sempre differenti aprono la serata portando sul palco dell’Irish cafè a Pianola (L’Aquila) un mini concerto. A seguire, chi vuole suona sia accompagnato dalla band dell’associazione, sia con strumenti propri.

Un mix che funziona, consentendo di alternare generi e allestimenti, dall’acustico alle sessioni più ritmate.

In apertura di serata le creazioni di Jonathan Di Felice, frontman degli Shades, una band alternative rock vicina nelle cover e negli arrangiamenti a gruppi come Coldplay e Muse.

L’associazione culturale Foruli organizza in estate anche un festival nell’omonima frazione di Scoppito.

Negli anni, si sono alternati sul palco musicisti di ogni tipo da Luca Giordano ad Andrea Braido, da Francesco Piu agli Inna Cantina fino a Luca Mongia, a solcare il palco del Foruli con i grandi della musica, i gruppi locali Morning Stuff, The Shades, Dirty Sanchez, Cantautori Fuorimoda, Il nome è puramente indicativo, 461 Ocean Boulevard, Rehab, Dabadub Sound System, Ouragan, Simone Cocciglia’s Team, Docteur Bay Too & Inna The Bush, De Trio, Project Orange, The Willow Farm, The Alfea Project, Univers, Parnassius, Lazy Bummers, Strangers in town, The Wheelies, Paola Roci and her Blues Guys, Thin Noodles, Motasemper e molti altri. La scorsa estate anche Ainé, Il Pan del Diavolo e i Nobraino.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.