“GIOVANI ARTISTI IN QUARANTENA”, PREMIATI ALL’AQUILA I TALENTI DELL’ACCADEMIA DELLE BELLE ARTI


L’AQUILA – In tempi di Coronavirus, noi tutti siamo chiamati a rapportarci in un modo del tutto nuovo con la realtà circostante, rielaborando in diverse forme le emozioni e le riflessioni nate in un contesto di “eremitaggio forzato”.

Da queste premesse è nato il premio “Giovani artisti in quarantena” a cura dell’Accademia delle Belle Arti di L’Aquila.

Il premio, che rientra nell’ambito del progetto “Nuovi Talenti” del Comitato Perdonanza Celestiniana finanziato con i fondi raccolti durante l’edizione 2019 della manifestazione, ha visto la partecipazione di 84 allievi dei corsi di Arti Visive, di Progettazione e Arti Applicate e della Scuola di Restauro dell’Accademia.

Gli studenti vincitori sono stati premiati quest’oggi in una cerimonia tenutasi presso l’Auditorium del Parco, alla presenza del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, il presidente e la direttrice dell’ABAQ Rinaldo Tordera e Maria D’Alesio e i rappresentanti del comitato Perdonanza Celestiniana.

“Sono molto contento di essere qui a rendere omaggio al talento di questi ragazzi, la maggior parte dei quali sono studenti fuori sede” ha detto il sindaco Biondi. “A molti sfugge il fatto che questa città nonostante le sue grandi difficoltà, ospita circa 10.000 studenti fuori sede che hanno scelto L’Aquila come luogo per formarsi e costruire il proprio percorso professionale. L’obiettivo è quello di offrire degli alloggi a prezzi politici, rivitalizzando così il tessuto sociale. In un momento in cui la politica non sta mostrando il meglio di sè, che respinge le giovani generazioni, vogliamo far capire che L’Aquila è vicina a questi ragazzi”.

La cerimonia è stata anche l’occasione per presentare al pubblico “Un fumetto per Celestino”, realizzato sempre nell’ambito del progetto dal corso di Fumetto con il fumettista “SQUAZ” (Pasquale Todisco) e il coordinamento del professor Michael Rocchetti, in arte “Maicol&Mirco”.

“Ritengo sia straordinario il lavoro dei ragazzi, che sono riusciti a comunicare un messaggio importante per la nostra città come quello del perdono di Celestino V in una forma moderna e attuale, ideale per i giovani. Questo è uno spunto sul quale lavorare, riprendere le numerosissime testimonianze storiche e culturali che L’Aquila offre e riconvertirle in un linguaggio nuovo e attuale”, ha commentato il direttore dell’ABAQ Tordera.

“Ringrazio il sindaco per la disponibilità e l’impegno. È stata un’esperienza molto importante per i nostri studenti; penso che loro debbano avere le stesse opportunità riservate a quelli degli altri paesi, che gli possano permettere di sostenere i costi della propria formazione e realizzarsi professionalmente”, ha concluso la direttrice dell’ABAQ Maria D’Alesio.

LE FOTO

Il prof. Michael Rocchetti “Un fumetto per Celestino”
Il sindaco Biondi premia la vincitrice della sezione “Arti Visive”

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021