L’ANTICA TRADIZIONE DELLA PANARDA NELLO STORICO CINEGIORNALE DELL’ISTITUTO LUCE


L’AQUILA – Come una piccola gemma luminosa scoperta direttamente dalla grande miniera del passato, è tornato a noi un piccolo gioiello, condiviso in questi giorni con fierezza e curiosità sui social da molti aquilani: un raro cinegiornale girato probabilmente tra la fine degli anni ‘50 e i primi ‘60 dall’Istituto Luce, dedicato alle tradizioni gastronomiche del capoluogo regionale, e in particolare alla “Panarda”.

Il commentatore, dopo una veloce presentazione dei principali monumenti, accenna, non senza un velo di ironia, alla “terribile” e cordialissima ospitalità abruzzese, manifestatasi appunto attraverso un invito ricevuto da parte di un conoscente, a partecipare a questo famoso e a questo punto “famigerato” pranzo.

Il ristorante teatro della Panarda sarà le Tre Marie, semplicemente descritto come “il più noto dell’Aquila”.

Sempre mantenendo il caratteristico aplomb professionale dei cinegiornali dell’epoca, la voce narrante descrive con attenzione molte delle numerosissime portate, che alla fine saranno ventiquattro: la mortadella di Campotosto, la cicolana con alici e capperi, i maccheroni ala chitarra, gli involtini “Tre Marie” con fagioloni, le coturnici al prosciutto con crostoni, cibi annaffiati dal rosè aquilano e dal bianco di Vittorito, che qui diventa “Vittorrito”, forse storpiato alla ricerca di una pronuncia dialettale, come con i nocci che vengono descritti come “attorrati” anziché interrati.

Tra la documentazione antropologica e un pizzico di pubblicità questo cinegiornale si segnala per lo stile sobrio, per una eleganza nelle descrizioni e ambientazioni oggi purtroppo perdute, come i termini, la “leggera trama di fili d’argento” con cui è descritta magistralmente la pioggerella che accoglie la troupe del Luce al suo arrivo nel capoluogo d’Abruzzo. Nostalgia…

*critico cinematografico

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.