PATTI LUPONE, REGINA DEL MUSICAL AMERICANO A BROADWAY, FIGLIA DELL’ABRUZZO


L’AQUILA – Non potevamo proseguire il nostro racconto legato alle grandi star del cinema e dello spettacolo di origine abruzzese senza dedicare la giusta attenzione a Patti LuPone, grandissima attrice e cantante attiva sia a Hollywood che a Broadway, dove ha saputo conquistare ben due Tony Awards, i prestigiosi premi dedicati ai protagonisti del musical americano.

Patti è nata a Northport, nello Stato di New York, nel 1949, figlia di Orlando, i cui genitori, Pasquale Lupone e Felicia Petrella, erano emigrati in America nei primi anni del Novecento da Pratola Peligna, in provincia dell’Aquila: anche sua madre, Angela, era di origine italiana, e anzi vantava una parentela con uno dei più celebri soprani del XIX secolo, e per questo aveva trasformato il cognome della celebre zia nel nome di battesimo di sua figlia.

Già artisticamente promettente, Patti si era esibita da giovane assieme ai due fratelli William e Robert nel “LuPone Trio” ottenendo un certo successo a Long Island: anche Robert avrà poi una discreta carriera artistica, nei musical di successo A Chorus Line e Jesus Christ Superstar.

Ben presto il talento di Patti si rivela in tutta la sua grandezza, dapprima in spettacoli di prosa e poi nel musical, con Evita del grande Andrew Lloyd Webber, che le fa vincere il suo primo Tony Award: arriva la celebrità internazionale ma proprio da Evita nascerà anche la nota rivalità con la cantante Madonna, che in seguito otterrà il ruolo della moglie di Peron al suo posto nella trasposizione cinematografica.

Ma Patti avrà una bella rivincita, perché nel 2018 ha cantato alla cerimonia dei Grammy il suo cavallo di battaglia in Evita, “Don’t cry for me Argentina”, incantando la platea del Madison Square Garden di New York con una prestazione eccezionale e con il pubblico estasiato che le ha tributato una lunga standing ovation, e riempiendo di orgoglio anche i suoi concittadini a Pratola, dove vivono ancora alcuni suoi parenti.

Così come è da applausi tutta la sua incredibile carriera, davvero completa, con una incredibile capacità di spaziare dalla canzone al teatro musicale, e dal cinema alle serie tv: in televisione è apparsa in Will & Grace, Ugly Bettye Una famiglia come tante, mentre al cinema va ricordata per Witness di Peter Weir a fianco di Harrison Ford, A spasso con Daisy di Bruce Beresford, e Il colpo con Gene Hackman.

*critico cinematografico