PIANETA MALDICENZA, ALL’AQUILA REPLICA LO SPETTACOLO AMATORIALE “MA N’ATRA ‘OTE QUISSI”


L’AQUILA – Replica a grande richiesta, domani venerdì 31 gennaio, alle 18 all’Auditorium del Parco dell’Aquila, dello spettacolo della Compagnia In-stabile “Esso Quissi” dal titolo “Ma n’atra ‘ote quissi!!…e le storie continuano…”.

Lo spettacolo è andato l’11 gennaio scorso, nell’ambito della prima giornata del quindicesimo festival “Il Pianeta maldicenza” riscuotendo talmente un successo di pubblico che oltre un centinaio di persone rimasero fuori, non senza qualche polemica pur essendo l’iniziativa gratuita. Di qui la programmazione di una replica, come peraltro era già avvenuto lo scorso anno.

Si tratta di un simpatico mettersi in discussione di alcuni professionisti cittadini (in rappresentanza di alcune delle più attive “Confraternite” e “congreghe” agnesine) tra cui addirittura un sindaco, che nulla hanno a che fare con il teatro tranne il regista Mario Narducci (Antica e Nobile Congregazione di Sant’Agnese). Questo forse il “segreto” del successo del testo a cura di Liliana Biondi, Paola Poli, Anna Rita Rotili e Umberto Pilolli.

Il cast è composto da Liliana Biondi (Nobile Confraternita della Cantina Jemo ’nnanzi); Giacomo Carnicelli (Congrega ji amici de Zeppetella di Tornimparte); Mario Celi (Congrega Sci-muniti); Oreste Cordeschi (Confraternita Aquilana dei Devoti di Sant’Agnese); Luca Frascaria (Antica e Nobile Congregazione di Sant’Agnese); Umberto Pilolli (Confraternita Balla Che Te Passa); Paola Poli (Congrega Le Mejo Ortiche); Dino Rocchi (Antica e Nobile Congregazione di Sant’Agnese); Daniela Rosati (Balla Che Te Passa); Anna Rita Rotili (Congrega Sci-muniti) e Maura Sergio (Congrega Le Mejo Ortiche).

Con la partecipazione straordinaria dell’attore comico Massimo Bagnato.

Musiche a cura di Vincenzo Guglielmi, con l’intervento del baritono Clemente Franciosi e del coro Associazione polifonica di Tempera diretto dal maestro Isabella Aromatario. Video di Claudio Ferroni.

L’ingresso è gratuito.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021