SOSPESE LE ATTIVITÀ CULTURALI DELL’UNIVERSITÀ DELL’AQUILA


L’AQUILA – Sospese anche le attività culturali programmate dall’Università dell’Aquila, dopo l’ultimo decreto emanato ieri.

“Nonostante l’eccellente riscontro ottenuto nelle settimane appena trascorse, siamo costretti a sospendere la programmazione degli spettacoli e delle attività culturali organizzate da Univaq per la fine di ottobre e per tutto novembre”, dice in una nota il prof. Gianluigi Simonetti, referente dell’Ateneo per le attività culturali.

“Sentiti gli artisti, gli autori e gli intellettuali coinvolti possiamo dirvi che per noi e per loro è soltanto un rinvio: torneremo e torneranno da noi quando la legge e il buon senso lo permetteranno, come al solito in forma gratuita e nel pieno rispetto delle misure di sicurezza sanitaria”, aggiunge.

“Tutto quello che nelle scorse settimane abbiamo visto e ascoltato sul palco dell’Auditorium del Parco è andato bene; altrettanto bene faremo in modo che vadano gli appuntamenti a venire.  L’Ateneo – prosegue il prof. Simonetti – comunicherà appena possibile la ripresa delle attività già programmate”.

“Grazie ai molti studenti e cittadini che ci hanno seguito in questi giorni, che ci hanno aiutato con il loro entusiasmo, che hanno prenotato – quasi sempre fino al tutto esaurito – gli spettacoli andati in scena e quelli previsti in futuro. Speriamo di ritrovarli tutti presto”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2020