TORNARE IN LIBRERIA, UN SORRISO DIETRO LA MASCHERINA


L’AQUILA – Giuliano, il proprietario della libreria, si disegna con il pennarello una faccina che sorride sul guanto di lattice e dice “Almeno, così, si vede che sotto la mascherina sorridiamo”.

La sua libreria ha riaperto dopo il nuovo decreto del presidente del Consiglio entrato in vigore il 14 aprile.

“Sono stato molto felice della decisione di riaprire le librerie” dice Giuliano Cervelli, titolare del Polarville dell’Aquila, “perché si da al libro un’importanza centrale nella vita di una persona e spero che sia così anche dopo la crisi”.

Regole ferree, però, anche per le librerie e quindi non più di due persone alla volta, guanti, disinfettante e mascherine.

“Stiamo, inoltre, organizzando dei percorsi” continua Giuliano Cervelli, “per far entrare ed uscire le persone in maniera ordinata e rispettare le distanze di sicurezza”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021