UN VIAGGIO TEATRALE ALLA SCOPERTA DELL’ABRUZZO, IL DIARIO DI TEATROVAGANTE È SU VQ

foto Francesca Ulbar

L’AQUILA – Performance teatrali in cambio di ospitalità e soprattutto di un racconto. “Diario di un viaggio teatrale alla scoperta dell’Abruzzo” è l’originale idea di Sara Gagliarducci, che insieme a Valentina Nibid ha dato vita a Teatrovagante.

Le due artiste hanno progettato un vero e proprio baratto: viaggiando attraverso l’Abruzzo, Gagliarducci e Nibid si fermeranno nelle comunità disposte a ospitarle e a raccontarsi. In cambio Teatrovagante offrirà esibizioni artistiche. Ogni luogo che aderirà sarà protagonista di un articolo su Virtù Quotidiane, media partner dell’avventura, in una sorta di diario di viaggio.

“Viaggeremo in Abruzzo nei fine settimana da metà luglio a metà agosto – spiega la performer Sara Gagliarducci, che da anni studia l’arte performativa e approfondisce il linguaggio comico e poetico del clown partendo dalla tradizione per poi aprirsi al sentire contemporaneo – . Sosteremo in ogni paese dal venerdì sera alla domenica con partenza lunedì mattina. In questi 3 giorni di permanenza vivremo il paese e la comunità che lo anima, osservando, chiedendo, raccontando alla ricerca di percorsi inediti che solo gli abitanti possono regalarci. L’incontro sarà ricambiato dalla realizzazione di performance e interventi teatrali in strada con la richiesta a cappello secondo l’antica tradizione delle arti di strada”.

Il progetto è rivolto soprattutto a Comuni, Pro loco, associazioni, strutture turistiche e ricettive, enti pubblici e privati e “tutti coloro che abbiano desiderio di sostenere la realizzazione di una guida per non turisti ossia per chi vuole scoprire il nostro meraviglioso Abruzzo attraverso le persone e le storie che lo abitano, ricominciando a vivere i nostri spazi innanzitutto come luogo di incontro, scambio, partecipazione e tradizione viva”, conclude l’artista.

“Per realizzare il progetto – aggiunge Valentina Nibid, da sempre attenta per la sua arte verso luoghi non propriamente teatrali come scuole, case famiglia, ospedali, centri diurni psichiatrici, carceri, case di cura – chiediamo agli enti vitto e alloggio dal venerdì al lunedì; permessi per esibirci in modo itinerante e con postazione fissa, la possibilità di vivere un’esperienza che racconti del luogo che ci ospita, anche una semplice passeggiata insieme a qualche abitante. In cambio offriremo alla comunità una performance, ma anche un racconto completamente dedicato al luogo che ci ospita”.

Per chiedere informazioni o aderire si può contattare direttamente Sara Gagliarducci al numero 347-7153465 o all’indirizzo saragagliarducci@gmail.com.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.