VIVA LA VITE, ALL’AURUM DI PESCARA LA PRIMA FIERA-MERCATO ABRUZZESE DEI VINI ARTIGIANALI


PESCARA – Occhi puntati sull’ex Aurum di Pescara, dove domenica e lunedì prossimi va in scena Viva la Vite-Artigiani del vino (qui l’anteprima di Virtù Quotidiane), la prima fiera-mercato d’Abruzzo, tra le prime regioni in Italia per produzione e consumo di vino, che offrirà la possibilità di percorrere un viaggio tra le eccellenze del territorio italiano ed europeo ed acquistare direttamente in fiera i prodotti degustati.

L’organizzazione dell’evento si deve ad un trio di intraprendenti addetti ai lavori: Giuseppe Maria Zolfo, titolare dal 2011 della Vinatteria Zolfo di Pescara, la sua compagna di lavoro e di vita Giorgia Brandimarte e Carlos Casasanta, esperto di enogastronomia, vini e liquori, cocktail e abbinamenti, che nell’ottobre 2016 hanno dato vita all’associazione Viva la Vite, iniziando a lavorare all’appuntamento del 12 e 13 novembre prossimi.

La fiera si promette di diventare punto di riferimento per gli operatori del settore e gli appassionati: si dedicherà con particolare attenzione alla valorizzazione delle aziende che operano con onestà e trasparenza – dicono gli organizzatori – nel rispetto della natura e dei suoi cicli, esprimendo, ognuna a suo modo, i diversi terroirs, al fine di accrescerne il prestigio e di creare prospettive di sviluppo economico per le aree a particolare vocazione vinicola, la visita e la valorizzazione dei luoghi di produzione.

In particolare sono state selezionate le aziende che seguono direttamente tutte le fasi produttive, dalla coltivazione della vite all’imbottigliamento, che utilizzano solo uve proprie o acquistate nello stesso territorio. Si prediligeranno quelle aziende che non utilizzano prodotti chimici di sintesi, erbicidi, funghicidi, sistemici ed organismi manipolati geneticamente, che fanno un utilizzo consapevole dell’anidride solforosa SO2 e che non utilizzano elementi esogeni che possano distogliere la rappresentatività di un terroir.

Il programma prevede una serie di conferenze e laboratori, sia nella giornata di domenica che in quella di lunedì.

Si parte alle ore 14 nella sala Cascella, con il laboratorio dedicato alla Tintilia,vitigno autoctono molisano, condotto da Pierluigi Cocchini, agronomo e curatore guida Slow Wine.

Alle 15,45 Birra-Viaggio e conoscenza nel mondo della birra, condotto da Juri Ferri, mastro birraio presso Almond.

Alle 16 nella sala Tosti la restauratrice Valentina Muzii conduce il seminario dedicato a “Il vino nell’arte – Uve, vino e vendemmia, attraverso l’analisi di opere d’arte”.

Alle 17,30 nella sala Cascella Veni, vidi, vini–La roboante irruzione del vino nella miscelazione, laboratorio condotto da Roberto Persia, mixologist presso Uniko, Pescara.

Lunedì alle 10,30 nella sala Cascella Marguet ed i suoi 4 lieux dits di Champagne, laboratorio condotto da Paolo Pallozzi, responsabile commerciale de Les Caves de Pyrene Italia.

Alle ore 12 nella sala Tosti Abruzzo, Marche, Molise–Dalla vite alle guida, incontro con i produttori di vino di Viva la Vite selezionati da Le Guide di Repubblica (Gentile, Pepe, Abbazia di Propezzano, Praesidium, Nic Tartaglia, Vinica, Clara Marcelli), condotto da Giorgio D’Orazio, Le Guide di Repubblica. Un incontro per conoscere da vicino alcune delle realtà vitivinicole abruzzesi, marchigiane e molisane presenti a Viva la Vite e già selezionate – nelle sezioni “Produttori di vino” curate da D’Orazio – da Le Guide di Repubblica, le nuove guide ai piaceri e ai sapori delle regioni edite da Repubblica e dirette da Giuseppe Cerasa.

Alle 12,30 nella sala Cascella Il formaggio nel mondo secondo Taberna Imperiale, laboratorio condotto da Gianni Faieta, selezionatore ed esperto di formaggi presso Taberna Imperiale di Rocca Calascio (L’Aquila). Degustazione di formaggi con abbinamenti.

Alle 14,30 Avvicinamento all’Extravergine di Oliva–L’importanza dei monovarietali e l’olio in cucina, conduce Fabio Ferrara dell’Osteria del Tarassaco di Rivisondoli (L’Aquila). Degustazione di olii.

Alle 15 nella sala Tosti Vino, tra il gusto e il giusto, con il nutrizionista Antonio Pacella che aiuterà a rispondere ad una serie di domande, il vino fa bene o fa male? Quanto bere? Quando bere? Perché bere? Perché non bere? Esperto di Malattie Metaboliche e Disturbi del comportamento alimentare.

I seminari si chiudono alle 16,30 alla sala Cascella con Meteri–Degustazione solo su invito con Raffaele Bonivento, dell’enoteca online Meteri.