MARCO MORANTE, TRA IL RUOLO SOCIALE DELL’ARCHITETTO E IL POTERE RIGENERANTE DELL’ARCHITETTURA


L’AQUILA – Ad A Club continuano le interviste di Metamorfosi Quotidiane volte a indagare i diversi “spazi” dell’architettura. L’ospite in questo agosto è l’arch. Marco Morante, uno dei soci di Laq_architettura, dove “Laq” sta per L’Aquila ma anche per qualità.

L’architetto Morante forse i più lo hanno conosciuto nell’immediato post sisma, quando era uno dei principali animatori di “Collettivo 99 – giovani tecnici aquilani” professionisti che da subito hanno suggerito un progetto di “riconversione oltre la ricostruzione” per L’Aquila, dov’era e meglio di com’era.

In questa intervista con lui abbiamo quindi indagato il ruolo sociale, quasi militante dell’architetto, sulla qualità e sull’importanza di riservarla non solo ad opere di grande entità ma anche all’architettura dell’ordinario (la casa, il condominio, il piccolo spazio), del potere rigenerante dell’architettura nei piccoli borghi delle aree interne e anche di super bonus 110% (uno degli argomenti del momento!).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021