GIANCARLO PIERANNUNZI, L’AMBASCIATORE DELL’ABRUZZO PORTAVOCE DELLA CUCINA TERAMANA


TERAMO – Se dovessimo definire Giancarlo Pierannunzi in poche parole diremmo che è un uomo dalle numerose capacità trasversali, quelle che nella lingua inglese vengono chiamate soft skills. Un po’ per propensione caratteriale e un po’ per la sconfinata curiosità verso il mondo, è riuscito ad unire la sua passione per la fotografia a quella del buon cibo.

Ha iniziato a dare un indirizzo alla sua professione studiando Scienze sociologiche per lo sviluppo locale e della governance all’Università di Teramo.

La sua storia testimonia come una grande caparbietà e alcuni incontri fortunati possano cambiare la vita.

Il suo cammino ha visto la presenza importante di coloro che sono diventati maestri di vita di Giancarlo, come Daniele Francesconi, oggi uno tra i più grandi importatori dalla Cina di materiale elettrico; Maurizio Sangalli che, insieme a Renata Avidano, registi e sceneggiatori Mediaset, sono stati tra i primi a riconoscere e a far emergere il suo potenziale, ed Ermanno Di Nicola, candidato al Premio David di Donatello per la categoria migliori effetti speciali visivi.

Parallelamente, la sua spinta creativa lo ha portato a partecipare a corsi di teatro e di dizione.

E galeotto fu proprio quest’ultimo se ha incontrato una ragazza che stava per trasferirsi in Francia e che lo ha convinto a fare il grande salto. In quattro e quattr’otto ha preparato i bagagli alla volta di Saint-Aignan sur Cher.

Nei tre anni di vita francese, Giancarlo si è messo in gioco con le sue passioni tramutandole giorno per giorno in un lavoro a tutti gli effetti. Per i primi tempi la sua giornata ruotava attorno alla biblioteca e alla vineria del posto.

Si è dedicato alla promozione dei castelli della Loira tramite la produzione di materiale video, la sua specialità. Trasferitosi poi ad Amboise, ha partecipato a workshop e a ha preso parte a spettacoli teatrali nella cittadina di Tours.

È con l’amico irlandese Michael, rivelatosi un prezioso collaboratore, che si avviano una serie di degustazioni di vini e formaggi che porteranno a veri e propri scambi enogastronomici tra amici cantinieri, sommelier e artisti.

“Grazie a queste occasioni di incontro, ho introdotto una certa cultura del cibo che mancava in quella zona. La mia intenzione era di portare un po’ di socialità italiana in Francia. Noleggiavamo una stanza attrezzata in Comune per i compleanni e oltre alla classica bottiglia portavo piatti della tradizione culinaria italiana”, racconta Giancarlo a Virtù Quotidiane.

Tra gli invitati c’era anche un ristoratore che ha iniziato ad apprezzare la cucina di Giancarlo, fino a corteggiarlo per averlo nella sua cucina a proporre esclusivamente primi piatti italiani. Così è cominciato anche il trasporto di prodotti francesi e italiani da e verso l’Italia, vivendo per un breve periodo anche a Parigi.

Tuttavia il cuore batte per l’Italia e così decide di rientrare definitivamente nel 2013, portando con sé il bagaglio di esperienze francesi e lavorando da fotografo freelance per il mondo della ristorazione.

La tv di alta fascia gli fa l’occhiolino e il suo desiderio più grande sarebbe instaurare una collaborazione.

Perciò, come prima cosa, apre un primo blog Italian cooking con ricette teramane; partecipa a corsi di cucina, si diploma all’Istituto alberghiero per entrare nel vivo della materia. Segue il corso di qualifica haccp illimitato nella regione Abruzzo, quello di cucina creativa, di avvicinamento all’olio e al vino.

Non ha mai perso di vista la sua formazione fotografica e video tanto da creare Food tv, una web tv naturale estensione di Italian cooking. Il primo lockdown purtroppo rende la sua gestione difficile e nel contempo riesce a curare la rubrica “La città del gusto” all’interno del quotidiano teramano La Città, a collaborare con Virtù Quotidiane, ed è stato eletto smart ambassador dalla Regione Abruzzo.

È a sua firma il simpatico format Sdijuno, brevissimi racconti sulla gastronomia made in Abruzzo.

Già durante il suo soggiorno francese lavorava a distanza con il cugino Emanuele Pierannunzi nel campo della consulenza aziendale per il gruppo S.i.te in merito a progetti con fondi di sviluppo territoriale. Recentemente è nata Megapixel, ramo d’azienda che si occupa di produzione di contenuti digitali su misura e che evidenzi la strategia di mercato con analisi dell’impresa, della comunicazione e dei competitor.

La creatività è di famiglia, considerato che anche suo fratello Gianluca è musicista, producer e sound designer di colonne sonore dei video.

La mente di Giancarlo è un pozzo di idee per il futuro, da un format di viaggi in moto con i suoi compagni ambassador d’Abruzzo, alla scrittura di sitcom, come quella satirica su personaggi abruzzesi alla scoperta di Marte.

“Sono figlio del mio tempo, in cui tutti dobbiamo essere poliedrici perché ritengo che se non sai fare tanto non puoi fare niente”, ammette. E tutte le sue energie vengono contenute ed equilibrate dal supporto insostituibile della moglie Lucia, alla quale Giancarlo sarà sempre grato.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021