LAZZARONI, A ISOLA DEL GRAN SASSO RADDOPPIO E FILIERA CORTA CON COLTIVAZIONE


ISOLA DEL GRAN SASSO – È pronto a una grande espansione, che contempla anche la riscoperta dell’agricoltura con la creazione di una mini filiera grazie alla quale in fabbrica si trasformano le materie prime coltivate nei campi adiacenti.

Lazzaroni, lo storico marchio dei biscotti fondato a Saronno (Varese) ma oggi abruzzese, si appresta ad una rivoluzione del valore di 30 milioni di euro, in parte già in fase di realizzazione, che prevede la nascita a Isola del Gran Sasso (Teramo) di una “Collina Lazzaroni”.

Il punto di partenza, svela Il Centro, è la riscoperta di una vecchia e gloriosa ricetta degli anni Cinquanta per produrre il “biscotto della felicità”. Un prodotto “pensato e realizzato da un individuo che nella sana relazione con se stesso e con la realtà circostante è riuscito a ‘fare’ stando bene e soprattutto rientrando in contatto con il sentire e l’emozione del suo agire”, ha spiegato Domenico Iannamico, amministratore del gruppo Lazzaroni.

Tutto ruota attorno ai 17 ettari di terreno attorno al vecchio stabilimento di 17mila metri quadri di Isola del Gran Sasso, a cui se ne sta affiancando uno nuovo da 13mila, dotato di macchinari di nuova generazione per nuove linee produttive.

Gli appezzamenti di terreno di proprietà del gruppo, da mille metri ciascuno, saranno affidati a stranieri per favorire un programma di integrazione sociale, oltre che a volontari residenti nella zona.

Grazie alla collaborazione con ben due Università, quella di Teramo e quella di Chieti, gli studenti fanno già stage in azienda.

Una vecchia cascina nelle proprietà dell’azienda sarà infine adibita a un “osservatorio di umanizzazione del gusto e luogo di pratiche umanistiche esterne con un centro di formazione di dolciaria alternativa”.

E accanto all’accademia di formazione per pasticceri l’idea è aprire un “laboratorio per ricerca e studio per sessioni di pratiche filosofiche a valenza formativa psico mentale per il miglioramento del benessere personale e della riduzione del tasso di stress correlato per il benessere generale della comunità Lazzaroni”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022