NAVELLI SI SCALDA PER LA SFIDA DEL “BORGO DEI BORGHI” DEL KILIMANGIARO

navelli
foto Lorenzo Di Cola

NAVELLI – Si voterà solo nei venti giorni che vanno dal 13 marzo al 3 aprile, ma il clima è già quello della sfida a Navelli (L’Aquila), unico comune abruzzese in gara alla nona edizione del concorso nazionale “Il borgo dei borghi 2021/2022” del Kilimangiaro, la popolare trasmissione di Rai 3 condotta da Camila Raznovich.

Il concorso che in parte è già iniziato con la messa in onda di speciali dedicati ai comuni candidati – quello su Navelli è andato in onda il 26 dicembre scorso – si svilupperà fino a Pasqua, quando ci sarà la votazione finale, da parte del pubblico, attraverso sistemi telematici.

Il voto si effettua secondo le seguenti modalità: dalle ore 18,40 del 13 marzo sul sito www.rai.it/borgodeiborghi è pubblicata e resa raggiungibile una pagina di presentazione dei 20 borghi in concorso; la pagina invita gli utenti a votare il proprio borgo preferito; la classifica finale viene svelata durante una prima serata speciale, in onda su Rai 3 domenica 17 aprile.

La votazione viene chiusa domenica 3 aprile alle ore 23,59. Si può esprimere un voto al giorno da ogni propria email per una sola preferenza. Il voto è gratuito ed è importante continuare a farlo ogni giorno, ripetendo la propria preferenza fino all’ultimo giorno possibile.

Di “esperienza unica” ha parlato il sindaco Paolo Federico: “Il nostro comune che fa parte della rete dei Borghi più belli d’Italia, sfiderà altri 19 partecipanti di altrettante regioni per conquistare il prestigioso riconoscimento del Borgo più bello d’Italia. Siamo fiduciosi che le bellezze naturalistiche, storiche e legate alle tradizioni del territorio, oltre a rappresentare con orgoglio la nostra regione, saranno apprezzate da tantissimi telespettatori della trasmissione molto seguita e di prestigio”.

“La nostra azione di promozione e valorizzazione”, ha commentato il presidente dell’associazione Borghi più belli d’Italia in Abruzzo e Molise, Antonio Di Marco, “prevede un serrato lavoro che viene fatto direttamente sul territorio. Un modo, siamo sicuri, fondamentale per facilitare la conoscenza al grande pubblico di veri e propri gioielli che non hanno nulla da invidiare ad altre realtà più blasonate”.

Il concorso consentirà a decine di migliaia di persone di scoprire un angolo della regione Abruzzo e di sicuro, non mancherà di affascinare molti telespettatori che potranno immergersi nelle sue tante peculiarità storiche, architettoniche e gastronomiche come lo zafferano e i ceci.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022