PANIFICATORI DI ABRUZZO E MOLISE, LAVORO DEL FORNAIO SIA CONSIDERATO USURANTE


TERMOLI – L’urgente approvazione di una legge sulla produzione e vendita del pane “affinché tutto il settore della panificazione possa avere la certezza normativa sul pane fresco, sulla formazione obbligatoria per l’accesso alla professione di fornaio e su quella periodica per l’aggiornamento professionale” è stata chiesta dal coordinamento interregionale Abruzzo e Molise della Fiesa Assopanificatori riunita sabato a Termoli (Campobasso) sotto la presidenza di Vinceslao Ruccolo.

L’associazione di categoria ha anche messo a punto le attività della campagna “Sapori, saperi, proposte e progetti”.

Ha partecipato anche il consigliere regionale del Molise Nicola Romagnuolo, primo firmatario della proposta di legge regionale “Disposizioni in materia di promozione e tutela dell’attività di panificazione in Molise” che ha confermato la sua disponibilità a collaborare con la Fiesa e a condividerne le proposte e i progetti.

I presenti – informa una nota dell’associazione – si sono espressi favorevolmente sia sulla predisposizione di un documento da inviare al Governo per segnalare la necessità di includere il lavoro del fornaio tra i lavori usuranti al fine di risponde ai criteri di equità e giustizia sociale, sia alla richiesta al Ministero dello Sviluppo economico di esonerare le imprese familiari, le micro e piccole imprese, con un numero di dipendenti inferiore a cinque, dall’obbligo dell’emissione di fatture elettroniche.

A conclusione dei lavori, il coordinamento di Fiesa Assopanificatori Abruzzo e Molise ha dato mandato al direttore Angelo Pellegrino di procedere alla progettazione esecutiva dei progetti di “Sperimentazione biologica” e del “Pane della transumanza”.

A Claudio D’Angelo e a Felice Di Cocco è stato affidato l’incarico di verificare la possibilità di coinvolgere i colleghi panificatori pugliesi. Il coordinamento, inoltre, ha confermato il pieno appoggio al presidente Ruccolo nel suo attuale impegno per coinvolgere i panificatori campani.

Camillo De Cristofaro e Mario Porrone hanno infine avuto l’incarico dei rapporti istituzionali con la Regione Molise. Attilio Di Sciascio e Osvaldo Legnini collaboreranno nelle attività tecnico-scientifiche; mentre Antonio Pacella sosterrà la Fiesa nelle problematiche nutrizionali.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.