RIGOPIANO: A FARINDOLA NASCE IL RISTORANTE LA CUCCUMELLA


FARINDOLA – Nasce la “Cuccumella” ristorante-pizzeria-rooms. Un nuovo inizio, un simbolo di rinascita dopo la tragedia di Rigopiano dello scorso gennaio.

All’inaugurazione, che si terrà domenica 23 luglio alle ore 18,00 in via Colli 59 a Farindola (Pescara), saranno presenti il segretario generale della Cei, monsignor Nunzio Galantino e il direttore di Caritas Italiana, monsignor Francesco Soddu.

Dal disastro nasce un barlume di speranza: la cooperativa TU.TE.VE (turismo terre vestine), che fonda la sua esistenza sulla valorizzazione dell’area vestina e sul ricordo delle vittime dell’hotel Rigopiano.

Farindola è il punto di partenza per un progetto ideato dalla stessa cooperativa in collaborazione con la Wolftour, l’accompagnamento della Caritas diocesana Pescara-Penne e il sostegno economico della Cei.

Un locale che sorge sulle fondamenta di un ex ristorante, un locale dove piatti tipici, pizza e accoglienza sono la forza motrice di questa nuova avventura, un locale che “vuole dare una nuova opportunità – come afferma il presidente della cooperativa Paolo Misero – ad una comunità in ginocchio”.

Il nome “Cucumella” nasce dalla ferma volontà di dare valore a queste terre, è una parola del dialetto abruzzese, il suo significato è recipiente, parola oltretutto simbolica in quanto si presenta come contenitore dei frutti del lavoro e delle emozioni che questo nuovo staff è pronto a vivere.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.