TRECENTO CHILI DI AGNELLO PER I POVERI ABRUZZESI


PESCARA – Oltre trecento chili di agnello verranno donati per la Santa Pasqua dagli allevatori alle famiglie bisognose abruzzesi. Continuano con una nuova iniziativa a favore dei meno fortunati le attività messe in campo da Coldiretti Abruzzo e Campagna Amica per aiutare a superare l’emergenza economica e sociale provocata dalla diffusione del coronavirus e dalle necessarie misure di contenimento.

Dopo la spesa sospesa e le donazioni di frutta, verdura e formaggi, scendono in campo gli allevatori di Coldiretti che, giovedì mattina, consegneranno oltre trecento chili di agnello già porzionati che, dai mercati di Campagna Amica di Chieti, Pescara e Teramo verranno consegnati alle Caritas (per Teramo e Pescara) e alla Casa di Betlemme (per Chieti) per raggiungere quelle famiglie che, particolarmente penalizzate dall’emergenza, hanno difficoltà ad arrivare a fine mese.

“Un ulteriore gesto di solidarietà – dice in una nota Emanuela Ripani, allevatrice e presidente di Coldiretti Teramo – che arriva da una categoria penalizzata in questo momento dalla mancanza delle attività di ristorazione ma che vuole contribuire con tutte le sue forze nell’aiuto di chi ha più bisogno. Vogliamo che la Santa Pasqua sia festeggiata da tutti secondo la tradizione più vera ed antica”.

E l’appello di Coldiretti va anche ai consumatori: portare in tavola prodotti italiani, anzi abruzzesi. “Sarà una festa diversa per tutti – sottolinea Silvano Di Primio, presidente Coldiretti Abruzzo – il nostro invito è sempre quello di mangiare produzioni italiane facendo una scelta consapevole che premia l’impegno e il sacrificio di chi, seppure tra mille difficoltà ed incertezze, continua a produrre un bene tra i più importanti: il cibo”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.