TREDICI CHILOMETRI DI LITORALE OFF LIMITS PER PASQUA IN ABRUZZO


PESCARA – “Interdizione assoluta” a pedoni, bici e ciclomotori dei marciapiedi e della pista ciclabile della riviera e della Strada Parco, “divieto tassativo” di accedere alle spiagge e stazionare nelle aree verdi. Lo prevedono le ordinanze firmate dai sindaci di Pescara e di Montesilvano (Pescara) che, in vista delle festività pasquali, “blindano” 13 km di litorale per contenere la diffusione del coronavirus.

Le nuove restrizioni saranno in vigore da venerdì 10 a lunedì 13 aprile. Per i trasgressori sanzioni tra 400 e 3.000 euro. I divieti riguardano il lungomare dal confine con Francavilla al Mare (Chieti) ßa via Maresca a Montesilvano e interessano anche il Ponte del Mare, oltre al tracciato della Strada Parco che percorre le due città.

Deroghe per consentire di entrare e uscire di casa a chi risiede sulle strade in questione. Il Comune di Pescara ha chiesto all’Autorità Portuale di chiudere con divieto di accesso per le persone anche moli Nord e Sud, banchine e area del Porto Turistico Marina di Pescara.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.