AGRICINEMA: PROIEZIONI ANCHE NEI PROGETTI CASE E NEI PAESI DELL’AQUILANO


L’AQUILA – Fa tappa anche nell’Aquilano, dove sarà ospitata nei giardini dei quartieri del Progetto C.a.s.e., la rassegna di cinema all’aperto “Agricinema”, che lega proiezioni di film di qualità al piacere di gustare i sapori del luogo.

Con 15 proiezioni Agricinema promuove il Festival “Cineasti d’Abruzzo” ideato e curato da Leonardo Persia, con l’obiettivo di far conoscere i talenti locali al pari delle specialità enograstronimiche.

Nel territorio aquilano la rassegna sarà ospitata in alcuni paesi e nelle piazze dei progetti C.a.s.e., dove la gente ritroverà quella socialità disgregata a causa del terremoto. Saranno presentati film di registi portanti nei festival nazionali e internazionali e che con coraggio ha perseguito una propria qualità artistica, senza cedere a compromessi estetici e distinguendosi come una specie di movimento a parte.

Gli appuntamenti saranno presentati venerdì in conferenza stampa alle 10,30 a Palazzo Fibbioni, sede del Comune dell’Aquila.

La prima tappa della rassegna c’è stata mercoledì 16 agosto a Castelli (Teramo) nella Piazza centrale, alle ore 21,30 con Gli Uraniani (2013) di Gianni Gatti (24’) e Mancanza purgatorio (2016) di Stefano Odoardi (84’).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021