CERAMICHE LIBERATI, A VILLAMAGNA LA CERAMICA È SU MISURA E PERSONALIZZATA


VILLAMAGNA – Un prodotto unico e originale, o anche pezzi in serie, dalle forme e dai decori più classici della tradizione, ma pure dalle linee inaspettate e personalizzate. La creatività e la sua messa in pratica non hanno limiti da Ceramiche Liberati, laboratorio artigianale di Villamagna (Chieti) dalla storia quarantennale, a conduzione familiare.

Dietro la bottega ci sono oggi Giuseppe Liberati e Assunta, marito e moglie e i loro tre figli, Erika 39 anni, Marta di 34 e Lorenzo, di 29.

Tutto comincia nel 1980 con Giuseppe Liberati. Appassionato dell’arte della ceramica, in un paesino non tradizionalmente vocato a questa espressione artistica e senza alcuna esperienza precedente in famiglia, Giuseppe inizia il mestiere di ceramista e crea un piccolo laboratorio in paese.

“Nessuno nella famiglia di mio padre aveva mai fatto questo mestiere e infatti di fronte alla volontà di creare un laboratorio non ha incontrato il favore di mio nonno – racconta a Virtù Quotidiane Erika -. Quello del ceramista era un mestiere particolare in un paese come il nostro”. La passione di Giuseppe però è inarrestabile e la sua è una vera vocazione, impossibile da non assecondare. “Mio padre si è da sempre concentrato sulla scultura e sulla modellazione. Ha fatto moltissimi studi ed esperimenti sulle ceramiche moderne. Ben presto in laboratorio è entrata mia mamma, Assunta, che si è dedicata soprattutto ai decori”.

All’interno del laboratorio vengono seguite tutte le fasi lavorative della ceramica: la modellazione manuale, la foggiatura al tornio, a colombino, a colaggio e a pressa, nonché la realizzazione di modelli e stampi in gesso, la decorazione realizzata interamente a mano e con la tecnica della stampa digitale a fuoco indelebile, nonché le lavorazioni più particolari.

“Abbiamo implementato il nostro laboratorio – continua Erika – con macchinari e attrezzature che ci permettono di riprodurre qualunque file digitale con un inchiostro indelebile da stampare su qualunque forma. Mio padre ha studiato molto per trovare tecniche e forme sempre diverse. Per i decori si utilizzano smalti di nostra produzione”.

Da qualche anno nel laboratorio di famiglia sono a pieno ritmo i figli di Assunta e Giuseppe e ciascuno si è ritagliato un suo spazio preciso. C’è Erika che si occupa della parte amministrativa e commerciale; poi c’è Marta che si è concentrata sui decori, come la mamma e Lorenzo che invece sta seguendo le orme di papà Giuseppe. “Siamo nati dentro un vaso – ironizza Erika – e fin da bimbi abbiamo sempre giocato con pennelli, colori e argilla”.

Nel laboratorio vengono realizzate le ceramiche della più classica tradizione abruzzese, ma anche pezzi seriali su richiesta del committente, con tecniche e decori modernissimi e unici. “Le ceramiche classiche abruzzesi, ci sono e ci saranno sempre. Siamo molto legati a forme e decori regionali. Crediamo sia molto importante mantenere viva la storicità ecco perché abbiamo fatto diversi omaggi a grandi artisti abruzzesi come Cascella o Michetti – continua Liberati -. Preferiamo però non legarci a un decoro o una forma sola, per non ingabbiarci. Il nostro punto di forza è legato alla possibilità di fare progetti su misura. Riusciamo a realizzare qualunque tipo di disegno e questo ci ha portato clienti in Italia e all’estero. Siamo ormai un laboratorio strutturato, con impianti grandi, che ci consentono di fare pezzi unici, ma anche larghe produzioni in serie”.

Alle prese con progetti top secret, con mercati esteri, Ceramiche Liberati ha scelto da sempre di esporre e vendere sullo shop online o in laboratorio, ma non attraverso altri punti vendita. “Abbiamo l’esposizione al piano di sopra e il laboratorio sotto, perché preferiamo parlare del nostro prodotto direttamente sul posto. Far respirare l’atmosfera del nostro laboratorio”.

LE FOTO

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022