TEDX L’AQUILA: TRA CONTATTO E IDENTITÀ, GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA EDIZIONE


L’AQUILA – Un successo la prima edizione del “Ted x L’Aquila”, il celebre format di speaking andato in scena quest’oggi presso l’auditorium del Parco del Castello.

Sul palco, si sono alternati blogger, scrittori, giornalisti, influencer, tatuatori, formatori, uomini di scienza e di religione, tutti chiamati a declinare il tema del giorno: “Contatto”, scelto dagli organizzatori anche in giustapposizione alle difficoltà dell’ultimo anno e mezzo. Una successione di interventi che hanno raccontato il contatto in tutte le sue sfaccettature, distanti ma solo all’apparenza: il rapporto profondo tra identità personale e relazione con gli altri, il legame tra concetto astratto e rappresentazione grafica, quello virtuale che avviene attraverso il mondo dei social media; il contatto attraverso il nostro corpo, terra di confine tra l’infinito dei nostri desideri e il mondo circostante, mezzo per esprimere la propria individualità e le fantasie più ardite, e quello che si instaura tra voce ed emozioni.

Il punto di partenza il contatto, ma il punto di arrivo è una ricerca dell’identità. “Quello che ci spaventa realmente è entrare in contatto con noi stessi, entrare in contatto con la realtà profonda della nostra vera identità”, commenta dal palco don Luigi Maria Epicoco, nominato di recente assistente ecclesiastico del Dicastero per la comunicazione ed editorialista de L’Osservatore Romano.

“Non è facile abbracciare la nostra diversità”, aggiunge, “da riconoscere dentro di noi, ancora prima che all’esterno. Di fatto, la nostra è una ininterrotta ricerca di senso, la capacità di saper guardare l’infinito anche in un frammento di universo”.

Ospite d’eccezione la cantautrice Casadilego, che ha raccontato il rapporto speciale che lega le persone attraverso la musica, con sè stesse e con gli altri.

“La musica, a proposito di contatto, è la cosa che mi tocca di più nell’universo”, spiega la giovanissima vincitrice di XFactor 2020. “Sono emozionata e contenta di essere qui. È bello poter esprimere la mia idea, alternando parole a musica. Non canzoni complete, ma anche piccoli passaggi, magari brevi segmenti sul pentagramma”.

Nel corso della giornata hanno preso la parola anche Giovanni Mattiazzo, formatore, Marta Santospirito, blogger Plug the Fun, Valeria Montebello, giornalista e scrittrice, Alessandro Mazzù, esperto di marketing, Laura de Paolis, tatuatrice e artista, Luca Pezzuto, professore e storico dell’arte, Nicola Guglielmi, professore e ricercatore Gran Sasso Science Institute, Antonia Monopoli, attivista, scrittrice e peer educator.

C’è soddisfazione da pare degli organizzatori per la riuscita di questa prima edizione: “Ci auguriamo che questa edizione aquilana sia la prima di una lunga serie”, spiega Riccardo Cicerone. “Siamo pronti a rimetterci al lavoro per dare un seguito a questa giornata”. A salutare i relatori, il vicesindaco dell’Aquila, Raffaele Daniele, il consigliere regionale Americo Di Benedetto, oltre all’onorevole Stefania Pezzopane che si è detta “orgogliosa di questi giovani speaker”.

LE FOTO

 

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021