L’AQUILA: NASCE LA SCUOLA DEL PANE, ALL’ALBERGHIERO I PRIMI CORSI

L’AQUILA – Nasce ufficialmente la Scuola del Pane per la formazione di figure professionali esperte nell’attività di panificazione e pasticceria. Quello in procinto di essere avviato in via sperimentale all’istituto alberghiero “Da Vinci-Colecchi” dell’Aquila è il primo corso di panificazione e pasticceria inserito, a livello nazionale, in un progetto di ampio respiro per la rivalutazione del pane aquilano, caratteristico per croccantezza, consistenza e digeribilità, unico nel suo genere, e del grano intitolato al marchese Cappelli vissuto a San Demetrio ne’ Vestini.

Come anticipato da Virtù Quotidiane, l’ambizioso progetto di promozione dei metodi artigianali tradizionali della panificazione comincia a prendere forma grazie al gruppo di lavoro costituito dal Comune di San Demetrio, l’Istituto di istruzione superiore Da Vinci-Colecchi, la Camera di Commercio dell’Aquila, l’associazione Panificatori provinciale e la Confcommercio dell’Aquila.

“Con il suo indirizzo alberghiero, che prevede tra le sue articolazioni anche quella di pasticceria e panificazione, l’istituto alberghiero non poteva mancare nella sottoscrizione di un protocollo d’intesa così importante e forse l’unico in Italia antesignano della promozione del pane quale prodotto di eccellenza del territorio aquilano – ha detto la preside Serenella Ottaviano, ai suoi ultimi giorni prima del trasferimento al Liceo Cotugno dell’Aquila – La scuola c’è, ci sono i laboratori, la competenza e la professionalità per collaborare con gli enti e le associazioni coinvolte in uno scambio sinergico che potenzierà le figure professionali coinvolte”.

“Un progetto unico e di grande respiro che riunisce intorno ad un tavolo tutti gli attori portatori di valore, dalla scuola alle categorie fino al comune che ha dato i natali al senatore Cappelli cui il grano omonimo fu dedicato – ha spiegato Silvano Cappelli, sindaco di San Demetrio – Una novità per la formazione dei ragazzi dell’alberghiero e delle nuove figure professionali da avviare nel mondo della panificazione. Abbiamo bisogno di più sedi dove svolgere le attività con aule e laboratori”.

Il Comune di San Demetrio punta non solo alla formazione ma anche ad una forma di turismo emozionale.

“Se riusciremo a ristrutturarlo – annuncia il sindaco – metteremo a disposizione il Palazzo Ducale”, l’immobile di pregio storico appartenuto alla famiglia del marchese Cappelli. Tra i progetti del capoluogo dell’area vestina anche quello di creare campi sperimentali con la messa a dimora di varietà autoctone di grano, in particolare quella del senatore Cappelli.

“Lo scopo è quello di valorizzare il pane fatto con le farine tipiche delle nostre zone, dal grano Cappelli a quello di Solina – ha detto Lucio Marinangeli, presidente dell’associazione Panificatori dell’Aquila – In collaborazione con il sindaco di San Demetrio abbiamo reintrodotto alcune coltivazioni di Cappelli e incrementato la produzione di grano Solina”.

Il progetto declinato nei diversi aspetti interdisciplinari, oltre alla salvaguardia della biodiversità di un alimento simbolo della tradizione storica e culturale di un territorio, si pone tra i suoi obiettivi l’elaborazione di un disciplinare di produzione e di un marchio di qualità nonché l’organizzazione di una “strada del pane” per la promozione di uno dei prodotti tipici del territorio aquilano ancora poco considerato.

Articoli correlati