NATALE NEL PIATTO CON CESTI SOLIDARIETÀ NEI MERCATI CAMPAGNA AMICA DI CHIETI E PESCARA


PESCARA – Il Natale nel piatto con i cesti della tradizione e della solidarietà questa mattina nei mercati di Campagna Amica di Chieti (Via Arniense) e di Pescara (Via Paolucci), per l’ultimo weekend utile prima di imbandire le tavole natalizie.

Consumatori e curiosi hanno passeggiato tra i banconi dei mercati per toccare con mano, aiutati dai giovani e dalle donne di Coldiretti, il meglio del patrimonio agroalimentare regionale e approfittare di un cadeax gradito a chi non rinuncia, soprattutto durante le feste, alle gioie del palato.

Alcuni hanno riempito i tipici cesti natalizi con prodotti a chilometro zero, altri si sono avvicinati incuriositi per programmare l’ormai vicinissimo appuntamento con i regali natalizi. Molta curiosità hanno suscitato inoltre i cesti della tradizione di Campagna Amica con i prodotti salvati dal sisma, provenienti dalle regioni terremotate Abruzzo, Lazio, Umbria e Marche: biscotti allo zafferano, olio extravergine di oliva e lenticchie di Castelluccio ma anche pecorino rustico di Campotosto e guanciale stagionato proveniente dalle zone terremotate teramane.

“Un modo semplice per sostenere le aziende delle zone colpite dal sisma che devono continuare a lavorare e produrre dove le circostanze lo permettono – dice Coldiretti Abruzzo – ci sono imprese che non si sono fatte scoraggiare e continuano a lottare nonostante gli eventi e le calamità che hanno seriamente messo a dura prova l’economia agricola di alcune regioni tra cui l’Abruzzo. La vendita con i prodotti continuerà anche durante la settimana di Natale”.

Coldiretti inoltre ricorda che quasi un italiano su quattro (26%) aspetta infatti gli ultimi dieci giorni per lo shopping di Natale (elaborazioni Coldiretti su dati Deloitte) con una spesa complessiva che quest’anno per regali, cibo, viaggi e divertimenti sarà di 528 euro per famiglia in aumento rispetto allo scorso anno del 4,4%.

L’Italia – sottolinea la Coldiretti – si classifica al terzo posto tra i Paesi Europei dove si spende di più per il Natale, preceduta solo da Spagna con 632 euro e Gran Bretagna con 614 euro. La spesa media per le festività di fine anno in Italia risulta superiore del 19% rispetto ai 445 euro della media in Europa dove in fondo alla classifica c’è la Polonia con 258 euro a famiglia. Va segnalato infine – conclude la Coldiretti – che in Italia la spesa di Natale on line cresce del 16% rispetto allo scorso anno, più del doppio della media europea, e raggiunge in valore circa 1/3 della spesa familiare totale per le feste di fine anno.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.