INALTO, IL NUOVO BRAND VINICOLO DI ADOLFO DE CECCO


PESCARA – Adolfo De Cecco, figlio di Giuseppe Adolfo, della dinastia della pasta di Fara San Martino, investe nel mondo del vino, acquistando vigneti e cantina dell’azienda Gentile di Ofena (L’Aquila) per iniziare un progetto vitivinicolo in Abruzzo.

È stata così costituita l’azienda agricola Inalto che punta a produzioni di alto livello da vitigni autoctoni abruzzesi, come il Montepulciano, in diverse zone vocate della provincia di L’Aquila. L’operazione rappresenta un investimento personale che non coinvolge il gruppo pastaio De Cecco o altri membri della nota famiglia di imprenditori.

Il brand Inalto. Vini d’altura di Adolfo De Cecco mira quindi alla produzione di alta qualità in zone vocate ma inesplorate, tutte dai 400 metri di altitudine in su, di etichette destinate negli anni a posizionarsi in una fascia alta di mercato.

Le neo acquisite proprietà di Ofena – come anticipato da Virtù Quotidiane – in fase di trasformazione e ristrutturazione, rappresentano punto di partenza e quartier generale di questo progetto che determinerà nelle previsioni un investimento complessivo che si aggira intorno ai 3 milioni di euro e guarda al futuro della viticoltura regionale, da valorizzare e promuovere da oggi anche attraverso il nuovo brand Inalto, strettamente territoriale ma rivolto ad un pubblico internazionale.