BREXIT, “NESSUN RISCHIO PER LO ZAFFERANO DELL’AQUILA”, E L’ORO ROSSO SBARCA IN POLONIA E NORVEGIA


NAVELLI – “Con la Brexit non è affatto a rischio l’esportazione dello zafferano dell’Aquila Dop perché nel Regno Unito non c’è comunque mercato, non ci sono grossi acquirenti”.

Così il presidente del Consorzio di tutela dello zafferano Dop dell’Aquila, Massimiliano D’Innocenzo, in merito alle possibili conseguenze dovute all’uscita dell’Inghilterra dall’Unione Europea e quindi dal libero mercato.

“In Inghilterra non ci sono negozi o ristoranti che acquistano il nostro ‘oro rosso’. Gli unici inglesi che comprano lo zafferano Dop della conca aquilana – spiega D’Innocenzo a Virtù Quotidiane – sono turisti e viaggiatori alla scoperta del nostro territorio che fanno acquisti di modeste entità, a titolo privato e che nulla hanno a che vedere con le negoziazioni di eventuali dazi sull’importazione di prodotti made in Italy nel Regno Unito”.

Inoltre, anche in caso di nuovi acquirenti dalla Gran Bretagna interessati allo zafferano Dop dell’Aquila, “si potrebbe procedere alla negoziazione, con il governo inglese, di un accordo commerciale con trattamento differenziato per specifici prodotti con riconoscimenti Dop, oppure di altra natura, certificati solo dall’Unione Europea”.

Per fare un esempio, il Consorzio di tutela della mozzarella di bufala Dop campana, prodotto esportato in quantità importanti anche nel Regno Unito, dopo la Brexit si è mosso subito per concertare un riconoscimento inglese che possa garantire l’unicità del prodotto campano.

Rimane il fatto che “i produttori di zafferano dell’Aquila Dop sono in aumento, anche se ancora non sono disponibili i dati ufficiali, e tra i nuovi clienti del libero mercato europeo ci sono paesi come Norvegia e Polonia – svela il presidente del consorzio – . Abbiamo nuovi clienti anche negli Stati Uniti con i quali invece vengono applicate regole e normative particolari come da protocollo”.

Il Consorzio di tutela dello zafferano dell’Aquila Dop partecipa alla presentazione del XVII Rapporto Ismea-Qualivita sulle produzioni agroalimentari e vitivinicole italiane Dop, Igp e Stg, l’indagine annuale che analizza importanti fenomeni socio-economici del comparto della qualità alimentare certificata.

L’evento, cui partecipa la ministra delle politiche agricole, alimentari e forestali, Teresa Bellanova, è in programma a Roma, mercoledì 4 marzo, alle ore 10,00, presso l’Hotel Quirinale di via Nazionale.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.