DANNI FAUNA SELVATICA: AGRICOLTORI VALLE PELIGNA INCONTRANO PEPE E BERARDINETTI


SULMONA – L’assessore all’Agricoltura dell’Unione Terre dei Peligni Carmine Presutti, ed il rappresentate delle aziende agricole del territorio, Ombretta Petrella, nell’ambito dell’attenzione per la tutela del comparto agricolo segnato da varie criticità, non ultima l’emergenza insostenibile dei danni da fauna selvatica sopportata dalle aziende agricole del territorio, venerdì 11 agosto presso il Comune di Vittorito incontreranno, insieme alle imprese e alle istituzioni locali, l’assessore regionale alle Politiche Agricole Dino Pepe e il presidente della III Commissione regionale Agricoltura, Lorenzo Berardinetti.

L’invito rivolto – si legge in una nota – è a considerare con maggiore attenzione e disponibilità le ragioni degli agricoltori, la cui sostenibilità economica, fonte di reddito aziendale e familiare, è gravemente compromessa dai danni causati dai cinghiali sul seminato.

Nel nostro territorio  i danni  arrecati dagli ungulati hanno assunto i connotati di una vera e propria emergenza, spiegano Presutti e Petrella, pertanto diventa ormai imprescindibile attuare ogni azione utile e diretta alla prevenzione dei danni, al fine di consentire agli imprenditori di poter raccogliere quanto seminato e non attendere risarcimenti che, troppo spesso, non arrivano o, se arrivano, sono condizionati dalle normative che impongono tagli e rallentano l’erogazione di quanto dovuto.

Occorrono interventi adeguati tesi al ristorno di fondi che siano realmente commisurati alle perdite causate alle imprese agricole per effetto dei danni da fauna selvatica. Prioritaria, inoltre risulta essere anche una definizione di interventi adeguati di abbattimento selettivo rivolti all’effettivo controllo della massiccia presenza degli ungulati che, stravolgono l’equilibrio produttivo aziendale e territoriale.

Noi ce la stiamo mettendo tutta – aggiungono Presutti e Petrella – non arrendendoci mai, non indietreggiando mai e carichi e sempre pronti ad affrontare ogni sfida necessaria per la salvaguardia del comparto agricolo, delle imprese che in esso operano e del nostro territorio.

Ricordiamo che è stato attivato l’indirizzo e-mail abruzziagricolo@gmail.com al quale poter far pervenire ogni più utile contributo documentale e propositivo per affrontare congiuntamente questa notevole criticità.