TARTUFO: CAMPLI PRONTO AD OSPITARE LA FIERA REGIONALE D’ABRUZZO


CAMPLI – Campli, borgo teramano di poco più di 7mila abitanti, si candida ad ospitare la fiera regionale del tartufo, istituita con le modifiche alla normativa regionale che regola la commercializzazione e valorizzazione dei tartufi in Abruzzo, proposte dal presidente della commissione Agricoltura Lorenzo Berardinetti e recentemente approvate dal Consiglio regionale.

Per i consiglieri comunali Marino Fiorà ed Emanuela Tritella “la fiera del tartufo è un importante veicolo di promozione turistica e del territorio ed è un’occasione a cui Campli deve candidarsi per essere in prima fila per ospitare la prima edizione”.

I due hanno invitato il sindaco Pietro Quaresimale a sposare la richiesta e ad avanzare da subito la disponibilità di Campli ad ospitare la fiera.

“Si tratta di un evento che sui modelli delle già note fiere di Alba in Piemonte, di Norcia in Umbria e di Acqualagna nelle Marche, può essere di richiamo per migliaia di turisti e visitatori”, dicono Fiorà e Tritella.

La richiesta dei consiglieri si basa anche sulla sagra di Campovalano, che è considerato il più importante appuntamento legato al tartufo a livello regionale.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022