ORCHESTRA SINFONICA ABRUZZESE, DUE CONCERTI A ROMA E L’AQUILA PER IL DECENNALE DEL TERREMOTO


L’AQUILA – Un evento eccezionale e gratuito per commemorare il decimo anniversario del terremoto dell’Aquila.

Capolavori della musica sacra universale, la “Fantasia Corale” di Ludwig van Beethoven e la “Messa da Requiem” di Wolfgang Amadeus Mozart, risuoneranno come inno di rinascita di una città ferita nella superba cornice della Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma, una delle chiese più belle al mondo, sabato 30 novembre alle ore 21,00 e poi a L’Aquila, nella Basilica di San Silvestro appena restaurata, domenica 1 ore 18,00.

Un grande concerto istituzionale organizzato dalla Regione Abruzzo con i prestigiosi patrocini di pontificio consiglio per la Cultura, pontificio istituto di Musica Sacra, Regione Lazio, Roma Capitale, Comune dell’Aquila, e numerose ambasciate con sede a Roma, tra le quali quelle di Spagna, Australia, Russia, Lettonia, Estonia e Polonia.

Sul podio il maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore musicale del “Festival Internazionale di Mezza Estate”, con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese e l’International Opera Choir preparato dal maestro Giovanni Mirabile.

Con loro i solisti di fama internazionale Donata D’Annunzio Lombardi, Giada Santoro, Anna Maria Chiuri, Luciano Ganci, Alberto Petricca e Alberto Gazale e la direzione di produzione di Giada Santoro, Valerio di Pasquale, Alessandro Zerella e Silvano Fusco.

“A dieci anni dal terremoto dell’Aquila –  dichiara in una nota il professor Lorenzo Fioramonti, ministro dell’istruzione e co-organizzatore dell’evento – ricordiamo le vittime di quella devastante catastrofe naturale. Questo concerto deve servire da un lato per non dimenticare, ma d’altro canto deve ergersi come monito per tutti noi, amministratori e cittadini, perché in una terra meravigliosa e fragile come l’Italia, scuole, università, conservatori e accademie, insieme alle residenze per gli studenti, siano sempre pensati per salvaguardare in sicurezza il bene più prezioso che l’Italia custodisce, ovvero la ricchezza incalcolabile delle vite delle nostre studentesse e dei nostri studenti, vero ed insostituibile patrimonio dell’umanità”.

Marco Marsilio, governatore della Regione Abruzzo, aggiunge: “Diceva Ludwig van Beethoven che ‘dove le parole non arrivano, la musica parla’ e io credo che questa consapevolezza sia il modo più appropriato per riconoscere a questa iniziativa il valore che merita. Sono trascorsi dieci anni dal devastante terremoto dell’Aquila, un evento che ha messo a dura prova gli aquilani e gli abruzzesi tutti. Da quel 6 aprile, ai lutti, alle lacrime, alla distruzione, alle macerie, sono seguite molte parole, forse troppe, e la ricostruzione ha faticato e sta faticando a tenerne il passo. Il dolore è sordo, perché ascolta solo se stesso e muto perché non ci sono parole che possano rappresentarlo compiutamente. Lasciamo che sia la musica ad arrivare dove a noi non è concesso”.

“In qualità di rappresentante della regione Abruzzo, sono orgoglioso di sostenere e promuovere la quarta edizione del Festival Sacrum che, proprio con una preghiera in musica, si avvicina al cuore di tutti i nostri cittadini” gli fa eco l’assessore regionale Guido Liris, co-organizzatore dell’evento.

“L’Orchestra Sinfonica Abruzzese – dice il maestro Ettore Pellegrino – direttore artistico dell’Isa – non ha mai interrotto la propria attività musicale, neanche all’indomani del sisma che nel 2009 ha distrutto L’Aquila, la città in cui la nostra Istituzione ha sede. insieme a un cast di voci d’eccezione e con la straordinaria partecipazione del maestro Campanella che tante volte ha lavorato con la nostra orchestra, con orgoglio partecipiamo a questo concerto, alla presenza di illustri ospiti che rappresentano i Paesi che hanno accettato la sfida di concorrere alla grande opera della ricostruzione. A tutti voi, la nostra musica valga come un ringraziamento sentito e a chi non c’è più come un pensiero carico d’amore”.

L’evento ha ricevuto i prestigiosissimi patrocini istituzionali, tra le altre, delle Ambasciata di Spagna, Australia, Federazione Russa, Lettonia, Estonia, Polonia il Pontificio Consiglio per la Cultura, Regione Abruzzo, Regione Lazio, Città Metropolitana di Roma Capitale, comune dell’Aquila, comune di Tagliacozzo, ed è in collaborazione con Confederazione per la Musica Lirica e Sinfonica, “Festival Internazionale di Mezza Estate”.

Il concerto è sostenuto da fondazione “Cultura e Arte”, Regione Abruzzo, Iannini costruzioni, Taddei costruzioni, Ance, Magnolia Eventi, ente morale Tabor International.