“PAESI IN FORMA DI ROSA”, A CARAMANICO TERME CINQUE GIORNI DI TEATRO, NATURA, INCONTRI, MUSICA


CARAMANICO TERME – Bradamante Teatro in collaborazione con il Parco nazionale della Majella, Majambiente e ControConvento presenta la II° edizione di Paesi in forma di rosa–Festival di Narrazione.

Cinque giorni di Teatro, Musica, Natura e Incontri intorno al tema della narrazione sui paesi dell’entroterra e sul senso di comunità, il rapporto con la natura e con il territorio.

“Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione è il mio amore. Vengo dai ruderi, dalle chiese, dalle pale d’altare, dai borghi abbandonati sugli Appennini o le Prealpi” scriveva Pier Paolo Pasolini nella sua raccolta “Poesia in forma di rosa” da cui trae ispirazione il Festival ideato dalla giovane attrice e narratrice Francesca Camilla D’Amico per tornare a vivere le aree interne, attraverso la memoria come strumento di conoscenza, con lo sguardo rivolto al futuro e alla vita culturale dei nostri paesi.

Gli spettacoli e gli incontri avranno luogo nella splendida cornice dell’Ex Convento delle Clarisse a Caramanico Terme (Pescara), struttura risalente al 1600 oggi adibita a spazio culturale. Non mancheranno però momenti di teatro e convivialità nella natura incontaminata del Parco nazionale della Majella.

L’apertura del Festival è per il 9 agosto alle ore 21,30 presso l’anfiteatro dell’Ex Convento delle Clarisse con Marco Valeri della compagnia I Guastafeste (L’Aquila) in “Storia di Anna la pazza”, racconto teatrale che trae ispirazione dalla terra e indaga gli aspetti della vita rurale e contadina in modo delicato e favolistico, parlando di come l’amore per i luoghi dove viviamo ci cresca dentro “a nostra insaputa a volte ci lega per sempre”.

Si prosegue il 10 agosto con l’escursione narrata a cura di Majambiente, “L’Abruzzo magico”, storie e leggende dall’Appennino narrate da Francesca Camilla D’Amico. La partenza è prevista per le ore 17,00 da San Nicolao, frazione di Caramanico Terme.

A seguire, “Notte di San Lorenzo sotto il cielo della Majella”: cena a base di prodotti locali a cura dell’azienda agricola “DA come una volta” con canti e musiche dalla tradizione e osservazione delle stelle.

Domenica 11 alle 21,30, all’Ex Convento, sarà la volta del regista Dino Viani con la proiezione del film Sposi, il rituale del matrimonio dal dopoguerra a oggi. Un viaggio nel tempo, dagli anni ‘50 al 2000, un pezzo di storia locale con momenti sia toccanti che divertenti.

Lunedì 12, si apre un pomeriggio dedicato al Lupo Appenninico, animale simbolo del Parco Majella, e al racconto della natura. Si parte (facoltativamente) alle 16,30 dalla Bottega di Maja di Corso Bernardi con le guide di Majambiente che condurranno il pubblico alla scoperta del centro storico di Caramanico con degustazioni itineranti a cura dell’Asca.

Alle ore 18,00 l’Ex Convento delle Clarisse apre le porte con l’anteprima studio del nuovo racconto teatrale di Bradamante Teatro “Paolo dei Lupi” liberamente ispirato alla figura di Paolo Barrasso, biologo e poeta.

Alle 18,30 uno degli ospiti di punta del Festival, con la presentazione del libro “Tempo da Lupi”, Bruno D’Amicis fotografo naturalista di fama internazionale.

Un libro che è il risultato di sei anni di lavoro e di centinaia di giornate trascorse in montagna nell’Appennino Centrale. Illustrato da 130 immagini inedite ed evocative che documentano da vicino la vita dei lupi e che si mescolano al racconto avvincente delle esperienze vissute sul campo dall’autore.

A chiudere questa ricca giornata ci pensano i DisCanto che suoneranno in duo con Michele Avolio (voce, chitarra e bouzouki) e Sara Ciancone (voce e violoncello) per il concerto narrato “Un paese ci vuole” la cui voce narrante è di Francesca Camilla D’Amico che, attraverso brani di grandi scrittori del ‘900 e racconti di tradizione orale, interesserà storie con la musica dei DisCanto tratte dall’album “Serenata fuori stagione” con i testi del poeta Vittorio Monaco. Un momento di riflessione collettiva sul senso di comunità e sulla vita dei paesi dell’entroterra.

Martedì 13 alle ore 16,00, con partenza da Decontra di Caramanico, l’ultimo evento che chiuderà la II edizione di Paesi In Forma Di Rosa all’insegna dell’unione tra Teatro e Trekking: “Una bella volta…storie di eremiti, lupi, santi e pastori” con Marco Valeri, Andrea Di Giovanni, Paola Di Martino e Francesca Camilla D’Amico che ne ha curato anche la regia. Storie, canti e musiche per raccontare con il cuore la Majella e le sue storie.

Tutte le passeggiate e le escursioni necessitano di prenotazione, per tutte le informazioni e per i costi rivolgersi a Majambiente 085-922343.

Gli appuntamenti all’Ex Convento delle Clarisse sono invece a offerta libera senza prenotazione, maggiori dettagli sul programma al sito di Bradamante Teatro www.bradamanteteatro.it o di ControConvento www.controconvento.org.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.