FUOCO AI FORNI A CESAPROBA DI MONTEREALE PER LA 23 ESIMA SAGRA DELLA PIZZA


CESAPROBA – A Cesaproba di Montereale (L’Aquila) torna l’ormai storica Sagra della Pizza, da stasera a venerdì 9 agosto.

Tanto si è detto e molto si è scritto su questa sagra che a ripetere le stesse cose si rischia di cadere nella retorica – dicono gli organizzatori – l’unica cosa certa è che dopo ben 23 edizioni la macchina organizzatrice ha raggiunto altissimi livelli di automazione.

Ciò che a prima vista sembra essere lasciato al caso e svincolato dal territorio invece è frutto di esperienza e programmazione, esperienza nell’arte culinaria acquisita e tramandata ai giovani del paese dai maestri pizzettari, programmazione per ciò che concerne tutte quelle attività propedeutiche alla migliore riuscita della manifestazione.

Oggi ogni sforzo è teso ad assicurare ai partecipanti un prodotto sempre migliore, realizzato con materie di prima qualità, preparate e servite il più velocemente possibile al fine di ridurre i tempi di attesa tenendo sempre in debito conto che vengono sfornate quasi 2.000 pizze a sera.

Come di consueto il campo sportivo sarà trasformato per l’occasione in una gigantesca pizzeria all’aperto con 1.500 posti a sedere di cui 500 coperti, buona musica dal vivo allieterà la serata fino ed oltre la mezzanotte mentre i bambini potranno dare sfogo alla loro voglia di divertirsi con le giostre, i gonfiabili ed altri divertimenti di ogni genere messi a loro disposizione in forma assolutamente gratuita dagli organizzatori.

Non sono stati dimenticati neppure i giovani o gli amanti della musica disco che il giorno 9, dopo la mezzanotte, potranno scatenarsi e tirare tardi con la discoteca all’aperto condotta delle DJ Lemme.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021