ABRUZZO WINE 2021, ALL’AURUM DAL 5 ALL’8 DICEMBRE PER LA PINETA DANNUNZIANA


PESCARA – Banchi d’assaggio organizzati per vitigni. Oltre cento produttori. Torna a Pescara per la quindicesima edizione il Pescara Abruzzo Wine, Premio Vino e Cultura. La manifestazione, organizzata da Aies (associazione internazionale enogastronomi e sommelier) Abruzzo-Molise, si terrà dal 5 all’8 dicembre, dalle 17 alle 21, all’Aurum di Pescara.

“Il vero Vinitaly delle aziende abruzzesi”, come lo ha definito Luca Maroni, tra i più grandi esperti di vino d’Italia, quest’anno sarà dedicato alla pineta dannunziana. Durante le quattro giornate verranno raccolte donazioni volontarie (minimo 2 euro) e il ricavato sarà interamente devoluto alla rinascita della riserva naturale del cuore di Pescara, distrutta con il terribile incendio dello scorso primo agosto.

La manifestazione è stata presentata dal patron Nino Catani, delegato Aies Abruzzo, Molise e Marche e segretario generale “Corporazione dei Saperi e dei Sapori”, l’enologo Mario Fossemò, dall’assessore comunale alla Cultura Mariarita Paoni Saccone, e dal consigliere regionale Guerino Testa.

La rassegna ha l’Alto patrocinio della Regione Abruzzo, il patrocinio del Consiglio regionale, dell’assessorato alla Cultura del Comune di Pescara, della Provincia di Pescara, dell’Aies e della Corporazione dei Saperi & dei Sapori.

Durante la manifestazione i visitatori si trasformeranno in giudici. Saranno loro a decretare i vini migliori, che poi riceveranno il premio nella serata di gala del 10 dicembre. Il premio del pubblico si sommerà ai riconoscimenti della giuria tecnica composta dai membri di Saperi e Sapori. Come sempre verrà conferito anche il Premio Vino e Cultura – Città di Pescara a una pubblicazione sul mondo del vino.

“Anche quest’anno la formula sarà grape-based, vale a dire con i banchi d’assaggio organizzati per tipologia di vitigno e non per singole cantine partecipanti”, ha detto il delegato Abruzzo e Molise, Catani. “La novità è che quest’anno abbiamo selezionati vini Montepulciano Igt”.

Nell’ultima edizione Abruzzo Wine registrò 25mila contatti e 9.800 degustazioni e 1.200 visitatori.

“Sono 15 anni che la città di Pescara ospita questa manifestazione – ha detto l’assessore alla Cultura Mariarita Paoni Saccone – che ha sempre attirato molte persone perché intorno al vino vi è un movimento di appassionati e operatori economici considerevole. Rappresenta un incentivo turistico non indifferente”.

“Pescara Abruzzo Wine ha diverse sfaccettature – ha detto il consigliere regionale Guerino Testa – a cominciare da quella di esaltare il vino in tutte le sue forme, visto che le cantine abruzzesi rappresentano un importante volano economico e culturale per il nostro territorio. C’è una fascia di turismo che arriva e si catalizza nei luoghi dove sono le cantine più caratteristiche, che oggi sono davvero luoghi di visita e di soggiorno. Questa rassegna ormai è un punto fermo del settore, oltretutto aperta agli scopi benefici come nel caso della rinascita dell’importante polmone verde di Pescara”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022