I VINI DELL’ALTO ADIGE PROTAGONISTI DA CICCHELLI GENERI ALIMENTARI


PESCARA- Un viaggio tra i profumi e i sapori dei vini dell’Alto Adige abbinati alle eccellenze dell’Italia e del mondo. Punto di partenza, Cicchelli Generi Alimentari. La boutique del gusto del cuore di Pescara ha ospitato una degustazione della cantina Kaltern, cooperativa della zona di Caldaro (Bolzano), una delle aree vinicole più importanti dell’Alto Adige.

A guidare la degustazione, riservata a selezionatissimi ristoratori e gestori del capoluogo adriatico, Patrizio Gorini, direttore vendite Italia Kaltern, il suo collaboratore Stefano Proietti, affiancati da Nicola Roni, sommelier e ambasciatore italiano dello champagne e ovviamente dal padrone di casa Antonio Cicchelli.

L’evento è stato l’occasione di presentare i vini dell’azienda vinicola più grande dell’Alto Adige.

“In Kaltern – ha spiegato Gorini – convivono due anime nello stesso corpo, risultato di fusioni di oltre un secolo”.

Undici i vini all’assaggio appartenenti alle tre linee Kaltern: Klassic, linea base di soli autoctoni autentici e internazionali, con vinificazione in acciaio; Selektion con “vigneti e sottozone vinificati singolarmente e una lavorazione in parte in acciaio e in parte in legno – spiega ancora Gorini – e Quintessenza, una ulteriore selezione di 5 vitigni (pinot bianco, sauvignon, lago di Caldaro, cabernet sauvignon e moscato passito) tutta in legno”.

Il viaggio si è sviluppato attraverso un Brut Nature Chardonnay 48 mesi; due Pinot Bianco delle linee Selektion e Quintessenza; due Sauvignon Blanc delle linee Selektion e Quintessenza; due Gewürztraminer delle linee Klassic e Quintessenza; due Lago di Caldaro (schiava) Selektion e Quintessenza, un pinot nero Selektion e per finire un Moscato di Alessandria 2015.

A sostenere gli eccellenti vini, i piatti preparati da Cicchelli, già storico cliente di Kaltern, che ha proposto acciughe del Cantabrico con peperone rosso; salmone e baccalà; un’insalata di baccalà con giardiniera croccante; spaghettone all’acqua del peperone arrosto e acciuga spagnola; manzo di Fassona e fagiolini; e per finire dei cantucci di pasta frolla con mandorla di Toritto e farina di Elice.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.