“OLTREGRANO”, A PESCARA UNA NUOVA PIZZERIA NEL CUORE DELLA CITTÀ


PESCARA – Hanno scelto di rientrare dall’estero nella loro città. Hanno deciso di investire in piena pandemia globale e di cominciare una nuova avventura artigianale. Hanno avuto il coraggio di creare un’attività da zero, proprio quando in tanti sono costretti a chiudere per gli effetti del lockdown.

Quello di Adriano Morlando e Daniel Di Brigida è un percorso completamente controcorrente, che cerca di superare gli standard e di andare oltre i limiti. E in effetti il nome scelto per il loro locale lo sottolinea. Questa mattina a Pescara c’è una nuova pizzeria al taglio e al piatto da asporto. Oltregrano ha aperto in via Chieti, in pieno centro a Pescara.

A crearla sono stati i due cugini, Adriano di 22 anni e Daniel di 33, entrambi pizzaioli ed entrambi reduci da esperienze all’estero. Il primo da Londra e il secondo dall’Irlanda, lo scorso marzo sono tornati nella loro città, Pescara, e hanno deciso di avviare la nuova attività.

“Abbiamo scelto una zona di Pescara di grande passaggio – dice Adriano -. Per l’impasto della nostra pizza facciamo 72 ore di lievitazione. È una pizza ultraleggera all’85 per cento di idratazione. La farina la prendiamo in uno dei pochi molini in Italia che macina ancora il grano a pietra. Nell’impasto mettiamo anche un 10 per cento di farina integrale”.

In Oltregrano c’è anche un pochino di Napoli. Adriano, di origini napoletane, è nipote di un panettiere e fratello di un pizzaiolo, titolare a Londra della pizzeria Sud Italia. “Oltre alla pizza, facciamo il Casatiello, che è un panino tipico della rosticceria napoletana e sulla nostra pizza usiamo anche la mozzarella di bufala”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.